Home Cronaca Asiago, tre corpi in una casa: erano morti da giorni

Asiago, tre corpi in una casa: erano morti da giorni

CONDIVIDI

Sono morti insieme senza accorgersene, nel sonno. Così la figlia ha ucciso i genitori

Sono stati trovati senza vita i corpi di due coniugi e della loro figlia, probabilmente morti da settimane. Si ipotizza un omicidio-suicidio.

Tre corpi, senza vita, dentro le mura di casa. Questa è la scena che si è presentata lunedì pomeriggio ai Vigili del Fuoco, in una villetta ad Asiago, in località Pennar. Una scena vista e rivista, tra genitori che uccidono i figli, e viceversa, il mondo sembra essersi capovolto e non avere più logica.

Le vittime, ritrovate senza vita, sono tre: Lino Marzaro, 85 anni; sua moglie Ubaldina Volpato, di 83; e Silvia, la figlia di entrambi, quarantaduenne. I tre erano originari di Mirano, Venezia, e si erano trasferiti da poco ad Asiago,  località del vicentino, dove avevano una casa di loro proprietà. Dai primi rilievi effettuati dal Nucleo Investigativo si tratterebbe di un duplice omicidio e un successivo suicidio. A compiere il delitto sarebbe stata la figlia dei coniugi, Silvia, disoccupata. La donna, che già anni fa aveva tentato il suicidio, senza riuscirci, avrebbe avvelenato i genitori, prima di farli addormentare, somministrando loro una dose massiccia di psicofarmaci. Poi si sarebbe tolta la vita, sempre ingerendo psicofarmaci, accasciandosi sul pavimento nel corridoio di casa dove è stata trovata senza vita.

Ad allertare i soccorsi è stato un vicino di casa, conoscente della Marzaro, intorno alle 15. Il macabro ritrovamento è stato effettuato poco dopo, alle 15.45, quando nell’abitazione sono entrati i vigili del fuoco che, sfondando la porta, si sono subito resi conto della situazione. I soccorsi hanno ritrovato due anziani distesi nella camera da letto, senza percosse o segni di sparo. Sul posto sono giunti gli operatori del Suem, il Nucleo investigativo dei Carabinieri di Vicenza e, successivamente, il Pubblico Ministero Hans Roderich Blatter.

Il decesso potrebbe risalire a diversi giorni fa, o addirittura settimane. L’autopsia stabilirà meglio le circostanze della morte dei tre. A quanto emerso secondo alcune testimonianze, da tempo avevano abbandonato Mirano per andare a vivere nella loro casa di Asiago. Non pare avessero rapporti con molti amici, e i conoscenti li descrivono come persone isolate, prive di contatti, e che si erano integrate poco con i vicini della loro casa.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org