Home Cronaca Daisy Osakue: “Mai accusato gli italiani di essere razzisti. Molti imbecilli parlano...

Daisy Osakue: “Mai accusato gli italiani di essere razzisti. Molti imbecilli parlano a vanvera”

CONDIVIDI

Daisy e gli imbecilli. Quelli che lanciano le uova e quelli che parlano a vanvera, contro di lei e suo padre. Perchè lei, giura, non ha mai accusato gli italiani di essere razzisti. Non è andata sotto i riflettori per avere qualche minuto di notorietà, non ha fomentato l’onda dell’indignazione, non si è lasciata sobillare dai paladini dell’antirazzismo. Daisy giura di non averlo fatto. Suo padre non ha avuto mai problemi con la Giustizia. L’atleta italiana giura anche questo. La cosa che forse la ferisce di più e  di aver parlato per avere «cinque minuti di fama». Daisy Osakue non ci sta e da Berlino torna a parlare dell’aggressione, o meglio dell’uovo lanciato contro di lei e l’ha colpita mettendo in dubbio la partecipazione agli Europei di atletica. «Sarà l’ultima volta» dice. E quest’ultima volta è per accusare quelli che «parlano senza sapere la verità, che pensano di sapere tutto perché leggono due righe su Facebook o su siti falsi creati da imbecilli».

 «Mi sono stufata delle minacce di morte a me e alla mia famiglia semplicemente perché ho fatto notare che dei cretini mi hanno lesionato la cornea, creato un edema e fatto calare la vista di 5 decimi nell’occhio sinistro, perché stavano scherzando. Peccato che a loro va tutto bene perché uno di loro ha il padre del PD o cagate del genere, e allora meglio prendersela con quella che ha denunciato il fatto perché secondo tutti voleva solo 5 minuti di fama. Ma state scherzando?».

«Continuate a fare commenti del cavolo sul ‘ha chiamato il popolo italiano razzistà, cosa tra l’altro detta dai giornali, perché sapevano benissimo che questo avrebbe portato al polverone che c’è stato. Tra l’altro si dimenticano tutti un’altra volta che italiano lo sono anche io!!. Quindi sono razzista contro me stessa??!! Sarei dovuta stare zitta e incassare il colpo di un gruppo di cretini e non dire nulla?». Daisy è contrariata anche per «le cavolate dette su mio padre». L’uomo, è stato scritto, avrebbe un passato problematico, con condanne legate allo spaccio e alla prostituzione. Crimini legati al mondo della mafia nigeriana, di cui si è detto avrebbe fatto parte.

Il padre di Daisy Osakue: “Deluso dall’Italia, vorrei andare via”

Tutte falsità, assicura Daisy «Se avesse fatto veramente cose del genere come farebbe a lavorare con le forze dell’ordine? E se fossimo stati clandestini come la prendevo la cittadinanza a 18 anni? Informatevi prima di sparare sulle persone. Come le nostre maestre ci hanno insegnato, si parla quando interpellati se si sanno i fatti. Fine! Se qualcuno ha altro da offendere, parli direttamente al mio legale».