Home Cronaca Immigrato uccide a mani nude un anziano nel letto d’ospedale

Immigrato uccide a mani nude un anziano nel letto d’ospedale

CONDIVIDI

Una morte violenta e orribile  presso il servizio di Prevenzione, Diagnosi e Cura  dell’ospedale di Sessa Aurunca, nel Casertano. Un paziente africano affetto da gravi turbe psichiche ha ucciso a mani nude un 77enne italiano di Falciano del Massico  – anch’esso ricoverato nella struttura.

Tragedia in ospedale, paziente ucciso a mani nude

Secondo quanto emerso dai primi accertamenti effettuati dai Carabinieri della locale Compagnia guidati da Giuseppe Fedele intervenuti sul posto insieme ai militari delle stazioni di Cellole e Baia Domizia, l’uomo sembra sia stato colto da un raptus uccidendo la vittima mani nude. L’uomo, anziano e in precarie condizioni fisiche, sarebbe stato colto all’improvviso e non è riuscito ad opporre resistenza. L’episodio sarebbe avvenuto questa mattina presto, poco dopo le 7.00. La struttura ospita pazienti con problemi psichiatrici. Non è chiaro al momento se ci sono state responsabilità da parte della struttura ospedaliera, in quanto l’aggressore era già risultato pericoloso. Non è stato facile per i militari  dell’Arma fermare l’immigrato, si legge in una nota dei Carabinieri: l’omicida è stato infine sedato.

L’assassino, non ancora identificato, si trovava ricoverato nel reparto diagnosi e cura del presidio casertano da poche ore. Da quanto si è appreso il giovane africano era stato accompagnato ieri sera dalla polizia nel reparto di psichiatria in quanto si trovava per strada in forte stato di agitazione. Sembra che la sua pericolosità si stata sottovalutata e, pertanto, messo a contatto con gli altri pazienti. Questa mattina avrebbe dato in escandescenze avventandosi sull’unica persona che si è trovato a tiro. Secondo la prima ricostruzione ha ucciso il 77enne a mani nude. Non è chiara la dinamica del delitto. Sembra che l’uomo sia stato ucciso perchè ‘aggressore l’ha colpito ripetutamente sul cranio, al punto da creargli in pochi attimi lesioni devastanti e mortali. Ora l’assassino trova sotto sedativi.