Home Sport “Balotelli sei più stupido che nero”

“Balotelli sei più stupido che nero”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:04
CONDIVIDI

“Balotelli ta het piö enhiminit che negher»: una che in province diverse da quella di Brescia, può risultare assolutamente incomprensibile. Ma che Mario Balotelli comprende benissimo.

Balotelli, uno striscione per lui a BresciaForza Nuova  ha scelto il dialetto dell’attaccante delle Nazionale, quello bresciano, per attaccare duramente il calciatore di origini ghanesi, dopo le critiche a Matteo Salvini accusando di razzismo il leader leghista e Ministro dell’Interno. Lo striscione, lungo più di due metri, è stato attaccato sulla cancellata di una strada di scorrimento a Brescia. La traduzione di questa frase è: «Balotelli, sei più stupido che ne*ro». L’organizzazione politica di estrema destra, ha rivendicato l’affissione con questa motivazione: «Dopo aver ostentato per anni, e da bravo spaccone, la propria esuberanza e ricchezza, oggi si sforza malamente di rivalutare la sua immagine cavalcando il personaggio «paladino dei migrantinserendosi così nel più tanto classico quasi tragicomico filone del politically correct» scrivono gli esponenti di Forza Nuova.

«Non sono un politico e non voglio fare politica, però io sono nato in Italia, cresciuto in Italia, e, purtroppo, mai stato in Africa. È brutto diventare italiano a 18 anni… penso che la legge debba cambiare» aveva detto Balotelli alcuni giorni fa. «E’ ora che l’Italia sia più aperta come tanti Paesi e cominci a integrare le persone che vengono da fuori» aveva detto Balotelli. «Fare il capitano della Nazionale – aveva aggiunto – potrebbe essere un bel segnale, soprattutto per gli immigrati africani che vivono in Italia».

«Ci permettiamo di consigliare a Balotelli di ascoltare, capire e magari condividere le dichiarazioni di alcuni lungimiranti vescovi africani che, compreso il reale senso del business e dello sfruttamento legati all’accoglienza, invitano i conterranei a non emigrare, soprattutto i giovani, perché di fatto rappresentanti la ricchezza del propri paesi di origine, e quindi invitati a rimanerci e a costruire il proprio futuro, magari con l’aiuto di qualche generoso consanguineo a cui basterebbe rinunciare ad una delle tante Ferrari per far felici tanti suoi fratelli»

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]