Home Spettacolo e Gossip “Non sei tu la vedova di Fabrizio” Rita Dalla Chiesa ferita dalle...

“Non sei tu la vedova di Fabrizio” Rita Dalla Chiesa ferita dalle critiche vacilla: “Forse non è il mio ruolo”

CONDIVIDI

vedova


Dopo il silenzio dei primi giorni Rita Dalla Chiesa ha parlato, molto, sui social ha ricordato Fabrizio Frizzi e il ruolo avuto nella sua vita. E non sono mancate le critiche, indirette e dirette sulla sua pagina Fb. In sostanza gli è stata rimproverata una sovraesposizione, un prendersi di fatto un ruolo non suo, quello della vedova che invece, spetta a Carlotta Mantovan, che è rimasta nelpiù completo silensio dopo la scomparsa di Fabrizio.

Forse non ho più un ruolo per poter stare così male per Fabrizio. La società divide tutti secondo vari ruoli, come se fossimo squadre di calcio. Senza pensare che il dolore è dolore. Punto”: nelle Rita Dalla Chiesa ha spiegato il motivo che la induce a soffrire così intensamente per la morte di Fabrizio Frizzi.

La conduttrice, in una lunga intervista al settimanale Chi, ha ribadito quanto sia difficile fare i conti con la scomparsa dell’uomo che le è stato accanto per 16 anni, nonostante lui avesse ormai costruito una famiglia con Carlotta Mantovan e la figlia Stella, e il loro legame fosse diventato altro rispetto all’amore, ma comunque solido e sincero.

Non riesco nemmeno a mettere a fuoco quello che è successo. E mi chiedo se sia successo davvero” ha confidato Rita Dalla Chiesa che, a chi la ferma per strada per farle le condoglianze risponde sempre allo stesso modo: “Le porgerò a Carlotta, la moglie”, consapevole del ruolo della donna che è stata accanto al conduttore fino alla fine e che stima con sincero affetto.

Con Fabrizio siamo diventati fratelli. E anche con Carlotta, se lo vorrà, quando lo vorrà, sarò una sorella per sempre” – ha precisato – “Io ci sarò per lei e per Stella. I due amori di Fabrizio. Non mi piace quando ci chiamano prima e seconda moglie. Noi siamo delle donne che hanno amato lo stesso uomo in due momenti diversissimi della vita”.

E proprio sul passato, sul momento in cui lei e il giovanissimo conduttore si sono conosciuti nel 1982, Dalla Chiesa ha raccontato: “Gli ho voluto così bene perché l’ho incontrato subito dopo la morte di mio padre (il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ndr) è stato lui a salvarmi dalla violenza di quel dolore. Ha vissuto i miei anni più bui con una consapevolezza e una maturità non comuni per un ragazzo di 25 anni”. La presentatrice di ‘Ieri Oggi Italiani’ ha poi parlato del rapporto tra sua figlia Giulia e il compianto Fabrizio che l’ha vista crescere per quindici anni e sta vivendo la situazione attuale come una grande sofferenza di poco successiva alla morte del marito, avvenuta a novembre scorso. Infine, il riferimento agli amici storici del conduttore, Carlo Conti e Antonella Clerici, definiti “veramente fantastici”: “Carlo gli ha dato la possibilità (…) di andare in onda fino all’ultimo. Fabrizio amava il suo lavoro tantissimo”.