24 C
Rome
martedì, settembre 18, 2018
Home Cronaca Fabrizio Frizzi, la verità: “Sapeva di avere un tumore al cervello inoperabile....

Fabrizio Frizzi, la verità: “Sapeva di avere un tumore al cervello inoperabile. Tornare in tv? Un atto di eroismo”

CONDIVIDI

 

cervello
Che malattia aveva Fabrizio Frizzi? Quando a ottobre il conduttore ebbe il primo malore si parlò di ischemia. Il suo ritorno in televisione dopo poche settimane fece pensare che la patologia fosse sotto controllo, e che non potesse mettere in pericolo la sua vita. Ma, con il senno di poi, era lo stesso Frizzi che spiegava nelle poche interviste concesse “sto lottando per mia figlia”. Parole che indicano, sia pur con discrezione, una lotta ancora in atto e tutt’altro che finita.

La nota diffusa dall’ospedale Sant’Andrea, in rispetto alla volontà della famiglia di Fabrizio Frizzi non è entrata nel dettaglio della patologia che ha portato alla morte del conduttore ma alcune parole di Massimo Giletti hanno invece fatto intendere che la natura del male di Fabrizio fosse molto più grave. Ed era nota a lui e a chi gli stava più vicino. In un’intervista rilasciata a Fanpage Giletti ha infatti rivelato:  “Sapevo che Fabrizio non sarebbe arrivato a quest’estate” e “Questa mattina sono stato a dargli l’ultimo saluto alla camera ardente. È andato avanti a lavorare senza far pesare a nessuno il dolore profondo di sapere che la vita per lui era un arco molto più breve di quello che tutti noi potessimo immaginare”.

Non tutti infatti muoiono a causa di una emorragia cerebrale, soprattutto in base a dove si manifesta. L’emorragia cerebrale può essere causata da diverse condizioni: malformazioni dei vasi, traumi del cranio, tumori primitivi o metastatici, ecc. Ma così una emorragia? Si tratta di una condizione che avviene quando si ha la rottura di un vaso sanguigno nella testa. Solitamente avviene nello spazio tra le meningi e il cranio e quindi all’esterno del cervello. Nel caso di Frizzi purtroppo la perdita di sangue è avvenuta all’interno del cervello: i sintomi in questo caso compaiono improvvisamente evolvendosi velocemente.

Lo scorso 23 ottobre 2017 Fabrizio Frizzi ha avuto un malore dovuto a una patologia cerebrale. Lo stesso conduttore aveva dichiarato al Corriere della Sera di dover lottare come un leone. All’epoca Fabrizio Frizzi aveva preferito non raccontare i dettagli sul suo stato, aspettando che si risolvesse per rivelare tutto. Per stessa ammissione del conduttore stesso, l’ischemia di ottobre 2017 era un segnale di una patologia che non era stata operata e che aveva creato tutti i presupposti per l’emorragia che poi si è rivelata fatale.

Durante tutti questi mesi il conduttore romano ha lottato e ha dovuto fare i conti con la fatica fisica e psicologica causata da cure radioterapiche e chemioterapiche.

Fabrizio Frizzi aveva la speranza di poter superare questo momento e uscirne vincitore. Il suo scopo principale era quello di riuscire a vincere la malattia per vedere crescere sua figlia Stella, di 5 anni. Questo è sempre stato il suo desiderio più grande: anche in un’intervista del 2013 il conduttore aveva dichiarato di essere consapevole di avere poco tempo da dedicare a sua figlia (Frizzi è diventato padre a 55 anni). Fabrizio Frizzi è stato davvero un esempio per tutti coloro che si ritrovano a lottare per problemi di salute. Lui ha sempre saputo di condurre una battaglia difficile ma, nonostante ciò, non ha mai smesso di sperare. Un uomo gentile, forte e raffinato che rimarrà nel cuore di tanti personaggi tv e non solo. Intanto domani si celebreranno i funerali di Fabrizio Frizzi in piazza del Popolo. #fabrizio frizzi malattia #fabrizio frizzi tumore.