Home Casi “Storie Maledette” la mamma di Sarah indignata: “Siete senza rispetto”

“Storie Maledette” la mamma di Sarah indignata: “Siete senza rispetto”

CONDIVIDI

L’intervista a Sabrina Misseri e Cosima Serrano, la cui seconda parte andrà in onda su Storie Maledette, è stata ritenuta innamssibile da Concetta Serrano madre di Sarah Scazzi uccisa il 3O agosto del 2010 ad Avetrana, in Puglia. Dekka sua morte, per la Corte Cassazione, sono colpevoli la zia Cosima Serrano e e la cugina Sabrina Misseri. Le due donne, nonostante la condanna definitiva all’ergastolo, che stanno scontando presso il carcere di Taranto, continuano a professarsi innocenti.

La madre di Sarah ha dichiarato al settimanale Giallo di aver trovato ingiusto che sia stata data alla nipote e alla sorella la possibilità di raccontare la loro verità in tv: «E‘ ingiusto nei confronti degli altri ergastolani. Trovo ingiusto il fatto che loro abbiano un trattamento particolare, in quanto possono dire quello che vogliono, mentre gli altri ergastolani non hanno voce in capitolo.Sono state le mie amiche a dirmi dell’intervista. Al di là di questo, sono esterrefatta». Nell’intervista Concetta Serrano ha anche espresso il suo disappunto per il fatto che Storie Maledette abbia intervistato solo Sabrina Misseri e su sorella Cosima , senza dare spazio al pensiero della famiglia della vittima. «Evidentemente quello che hanno da dire Cosima e Sabrina, dal punto di vista di chi dirige la trasmissione, è più importante del pensiero dei familiari della vittima. Per quanto riguarda il rispetto, quello ormai non esiste più…».

Il programma, che nel suo concept prevede interviste solo ai condannati coinvolti, proprio per far comprendere il lato oscuro presente in tutti noi e che viene scatenato da una “storia maledetta”, tornerà intanto questa sera, dopo il piccolo di share di domenica scorsa in cui erano emersi anche alcuni particolari poco noti della vicenda, dal legame di Sarah con la zia Cosima (raccontato da quest’ultima), ai messaggi tra la piccola Sarah e Ivano che avrebbero scatenato l’ira di Sabrina. La madre di Sarah non è d’accordo: «Raccontano sempre la stessa farsa». Per la madre di Sarah non è vero che la figlia andava sempre volentieri a casa della cugina Sabrina: «Io ricordo che molte volte Sabrina le mandava dei messaggi o la chiamava e Sarah usciva dalla camera sbuffando perché non le andava; allora io le dicevo “Se non vuoi andare perché ci vai” e lei mi rispondeva “Perché se non ci vado inizia a criticarmi, dicendo che vado da lei solo quando mi fa comodo“».