Home Persone “Che uomo mi sono presa. Senti cosa mi ha detto per San...

“Che uomo mi sono presa. Senti cosa mi ha detto per San Valentino”

CONDIVIDI

gargiulo

Antonietta Gargiulo e l’sms del marito a San Valentino. “A chi mi sono presa, volevo una padre migliore per le mie figlie e mi ritrovo questo” .

Antonietta Gargiulo così commentava le vicissitudini con il marito, prima della tragedia, confidandosi con un amica, al quale racconta anche quello che è accaduto a San Valentino: “Mi ha mandato questo messaggio” racconta Antonietta: “Buon San Valentino a chi, come me, crede ancra nel nostro amore”. Lei aggiunge: “Io non gli ho risposto proprio”. Ora Antonietta non ricordava nulla. Quando, due giorni fa si è risvegliata da una settimana di profonda sedazione farmacologica.

Ha trovato attorno a sé una delle sue due sorelle con il marito, il fratello e tre persone con il camice da medico, due psicologhe e un anestesista del San Camillo di Roma. Così le sono state dette delle parole misuratissime, calibrate. E Antonietta Gargiulo, 39 anni, ha realizzato, ha capito di trovarsi in un letto di ospedale, di essere seriamente ferita seppur in ripresa, di aver subito un’aggressione da parte del marito, Luigi Capasso, e soprattutto di aver perso per sempre le sue due figlie per mano del carabiniere che si è poi ucciso. Appresa la notizia, la donna colpita da tre proiettili una settimana fa, davanti alla sua casa di Cisterna di Latina, è rimasta impietrita. Non avrebbe nemmeno pianto.Il carabiniere suicida  arrivato anche a bloccare la porta dell’appartamento in cui si è compiuta la strage familiare, onde evitare che i suoi colleghi potessero fare irruzione.

Antonietta Gargiulo aveva tentato di proteggere sé stessa e le figlie da quell’uomo che l’aveva anche tradita. Purtroppo lui non si è fatto alcuno scrupolo e dopo averle sparato, ha colpito a morte le sue figlie  Alessia e Martina, per poi togliersi la vita. Solo pochi mesi fa aveva superato un test psicologico di idoneità professionale.