Home Cronaca Simula un incidente domestico e uccide la sua compagna

Simula un incidente domestico e uccide la sua compagna

CONDIVIDI
(websource/archivio)

Non era un incidente domestico, ma si trattava dell’ennesimo femminicidio. Mentre l’Italia intera è scossa dai due delitti di Pamela a Macerata, per la cui morte è in carcere un giovane nigeriano, e di Jessica a Milano, sotto accusa un tramviere, dall’Abruzzo arriva un nuovo caso, terribile. Il 7 novembre scorso Catalin Bucatarula, romena, 38 anni, era stata trovata senza vita in un’abitazione di Colli di Monte Bove, frazione di Carsoli, provincia de L’Aquila.

La donna, da quanto si era appreso, era in casa di due anziani, dove prestava servizio come badante. Il fatto, in un primo momento, era stato appunto considerato un incidente. Ma adesso sta emergendo un’altra verità e si fa sempre più strada la pista del delitto passionale, tant’è che nelle scorse ore si è anche arrivati a un arresto clamoroso.

In manette è finito un cinquantaduenne di origine romena, che è stato arrestato dai militari dell’Arma dei carabinieri della compagnia di Tagliacozzo al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Avezzano. L’uomo è accusato di omicidio volontario ed è il compagno della badante uccisa. Non si conoscono i dettagli dell’omicidio e né si spiega come il delitto sia stato mascherato da incidente domestico.

GM