Home Cronaca Uccisa dall’influenza, prima di morire partorisce due gemelline premature

Uccisa dall’influenza, prima di morire partorisce due gemelline premature

CONDIVIDI

Una donna è morta a Sassari tra domenica e lunedì scorsi, dopo aver partorito le sue due gemelline premature. Le piccole sono nate al settimo mese di gravidanza, mentre la loro mamma, che aveva 35 anni, è stata uccisa in seguito alle complicazioni sorte da una banale influenza che l’aveva colpita oltre un mese fa, lo scorso 1° gennaio. Giunta in ospedale, la futura neomamma ha poi dato alla luce le bimbe il 12 gennaio, in seguito a quasi due settimane di ricovero in condizioni critiche. Le neonate sono state fatte arrivare alla 25/a settimana di gestazione e poi si è proceduto con un parto cesareo. Subito dopo la doppia nascita, i dottori hanno provato a salvare la loro madre, purtroppo senza riuscirci.

Uccisa dall’influenza, prima di morire partorisce due gemelline premature

La 35enne, originaria di Bari Sardo, è deceduta nel reparto di rianimazione nelle scorse ore. Per quanto riguarda le sue figlie, sono tenute ancora in incubatrice ma stanno bene. Ad uccidere la donna è stato in particolare il virus dell’influenza AH1N1, contemplato dai vaccini cui è possibile sottoporsi. Ci troviamo nel periodo dell’anno dopo la malattia colpisce di più, ed infatti si registrano molti casi da oltre un mese a questa parte. E 472 di questi risultano gravi, al punto da aver richiesto un ricovero ospedaliero in terapia intensiva. Per 78 persone poi è sopraggiunta la morte. Sui vaccini c’è stata una recente polemica tra il sindaco di Roma, Valeria Raggi, ed il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

S.L.