gaiaE’ stata un’emorragia celebrale a mettere fine alla piccolissima vita di Gaia. La bimba aveva solo due mesi quando è successa la tragedia a Pescasseroli lo scorso 17 di gennaio.
Inutile è stato trasportarla in ospedale, ad Avezzano, dal momento che le sue condizioni risultavano già disperate.
I medici non sono riusciti da subito a comprendere il motivo che avesse causato la morte della piccola, escludendo l’ipotesi che si fosse trattato di una causa naturale.
Due giorni dopo, i genitori di Gaia avevano deciso di presentare una denuncia contro ignoti. Per questo la Procura della città abruzzese aveva stabilito di aprire un’inchiesta.

In queste ore però è arrivata la confessione da parte del padre della piccola e i particolari di quei terribili momenti.
Maurizio Maria Cerrato, il padre della piccola, ha infatti confessato al sostituto procuratore che è stato nel momento in cui si trovava a darle il latte con il biberon, che la bambina gli è caduta dalle braccia, andando a sbattere la testa contro il pavimento della loro abitazione, come riportato da Il Corriere della Sera.
Pur avendola messa subito a letto, la bimba dopo poco ha accusato un malore ed è stata trasportata al pronto soccorso dai sanitari del 118 accorsi sul luogo a seguito della chiamata dell’uomo.
Sabato scorso, l’anatomopatologo, Cristian D’Ovidio, ha eseguito l’autopsia sul piccolo corpicino confermando tale versione dei fatti e definendo il tragico incidente come un’emorragia da caduta.
Nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Avezzano, il padre della bambina è ora iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.
L’uomo non sarebbe riuscito a rivelare subito la verità bloccato dalla paura.
Gli atti saranno trasmessi alla Procura di Sulmona dal pm Cerrato, competente per territorio, non appena verranno conclusi gli adempimenti tecnici.
La bimba avrebbe compiuto tre mesi il prossimo 27 gennaio.

Un’altra piccolissima bambina ha perso la vita lo scorso mese all’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Anche in quel caso i genitori, avendo forti dubbi su ciò che fosse accaduto nelle ore precedenti alla morte della loro bimba e volendo vederci più chiaro, avevano sporto denuncia contro ignoti per omicidio colposo.
BC

Fonte: Il Corriere della Sera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui