Abusava delle ginnaste: ex medico della nazionale Usa condannato a 175 anni

0
5

ginnasteDopo aver assistito in aula alla testimonianza di molte ex pazienti e di aver ascoltato la lettura delle denunce di quelle che non si sono presentate in tribunale (per un totale di 160 donne) il giudice del tribunale di Lansing, in Michigan, ha stabilito che l’ex preparatore atletico della nazionale statunitense di ginnastica artistica, Larry Nassar, dovrà scontare una pena carceraria che va dai 45 ai 175 anni, come riportato da Il Sole 24 Ore. L’uomo, infatti, è stato ritenuto colpevole di molestie sessuali ai danni di 160 atlete, dopo che nel 2016 era stato condannato a 60 anni di carcere per possesso di materiale pedo pornografico.

Gli abusi erano emersi all’interno della federazione sportiva statunitense nel corso del 2015 tramite una denuncia anonima. Nassar, che era stato il medico della nazionale per 20 anni, è stato subito licenziato, ma la vicenda è stata taciuta alle autorità per cinque settimane, il tempo necessario a trovare le conferme di quanto affermato nella lettera, quindi rivelata all’FBI. Ci è voluto un anno prima che il caso di molestie divenisse di dominio pubblico: nel 2016 due ex ginnaste hanno denunciato pubblicamente Nassar, condannando anche l’omertà della Federazione e dell’intero sistema sportivo. Il medico si era dichiarato colpevole, salvo ritrattare tutto in una lettera scritta due mesi prima di quest’ultima sentenza.

La sentenza è stata pronunciata proprio partendo da quella lettera. Il giudice, infatti, si è rivolto a Nassar per fargli capire che quanto ha fatto non è giustificabile in alcun modo: “Lei lo ha fatto per il suo piacere e per avere il controllo. Questa lettera mi dice che non ha ancora riconosciuto quello che ha fatto e che crede ancora, in qualche modo, di avere ragione, che è un dottore, che lei era autorizzato, che non deve ascoltare e che ha praticato dei trattamenti medici”. Quindi ha auspicato l’apertura di un’indagine più approfondita, sostenendo che la condanna di Nassar sia solo la punta dell’iceberg di un’indagine che deve scavare a fondo nel marciume del sistema.

F.S.

Fonte: Il Sole 24 Ore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui