ciro ascioneSi chiama Ciro Ascione il cadavere del ragazzo trovato vicino alla stazione di Casoria, in provincia di Caserta. Per il momento rimangono ignote le cause del decesso; serviranno ancora dei giorni e probabilmente anche l’analisi del corpo per stabilire le cause della morte.
Oggi è stato trovato un cadavere nei pressi della stazione di Casoria sui binari della linea ferroviaria Napoli-Roma. Dopo il blocco totale del traffico sono giunte le autorità che si sono occupate dei rilievi del caso. Alla fine è stato dato un nome al cadavere ed è quello di Ciro Ascione, un ragazzo di soli 16 anni che era scomparso da casa da tre giorni, come riportato da Il Corriere della Sera.

In base alle prime ricostruzioni pare che l’adolescente sabato avesse trascorso un po’ di tempo con la fidanzata nella zona di via Toledo. Intorno alle 20.30 aveva telefonato alla madre per dirle che aveva preso la metro per arrivare a piazza Garibaldi e da lì avrebbe atteso il treno in direzione Casoria. Un treno che in realtà non ha mai preso.

E’ proprio in quel passaggio che si sono perse le sue tracce. I famigliari da quel momento non si erano più potuti mettere in contatto con lui e dopo poco si erano recati in Questura per denunciarne la scomparsa. Nessuno poteva immaginarsi un epilogo del genere. La dinamica dell’accaduto è ancora tutta da definire e tutte le ipotesi investigative restano al momento aperte e valide. Vedremo nei prossimi giorni gli sviluppi di questa storia così triste che vede coinvolto un ragazzo appena adolescente e la sua famiglia.

F.B.

Fonte: Il Corriere della Sera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui