Home News Mondo Gabby, bruciata viva a otto anni dalla madre e dal suo compagno

Gabby, bruciata viva a otto anni dalla madre e dal suo compagno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:37
CONDIVIDI

gabbyViveva con i suoi genitori in un appartamento a Sumpter Township, nella contea di Wayne County, in Michigan, negli Stati Uniti. E quando è stata trovata aveva ustioni su oltre il 90% del corpo.
Gabby Barrett aveva solo otto anni e a ridurla in quello stato sono stati i suoi stessi genitori.
“Il peggior caso di morte infantile in 27 anni di pratica”, sono state le parole del medico legale che ha effettuato l’autopsia sul corpo della piccola.
Omicidio criminale, omicidio di secondo grado, abuso di minori di primo grado e torture. Sono queste le accuse di cui dovranno rispondere i genitori di Gabby, Brad Fields, ventotto anni e Candice Diaz, ventiquattro.
Secondo quanto riportato dalla Detroit Free Press, le ustioni sul corpo della bambina erano di una tale gravità da provocare la perdita di un alluce alla piccola. Inoltre tracce della sua pelle sarebbero state rinvenute anche nello scarico della vasca da bagno.
La piccola, a causa delle ferite gravissime riportate, si è spenta poco dopo essere stata trasportata in ospedale.
“Era il nostro piccolo angelo; tutti noi abbiamo il cuore spezzato”, ha dichiarato ad USA Today Jerry Barrett, il nonno della bimba.

Nell’abitazione sono state ritrovate droghe e armi.
Sul padre della bambina gravano inoltre le accuse di alcuni precedenti. Nel 2016 l’uomo era stato accusato di aver aggredito la stessa Candice Diaz e di aver sparato al suo cane con una pistola.
In quell’occasione gli investigatori avevano rinvenuto nella cameretta dei bambini tracce di urina, mosche morte, escrementi di animali e una gabbia che probabilmente non veniva pulita da tempo con all’interno un coniglio. Furono sequestrati un taser, delle droghe, una scatola contenente cannabis, pipe, coltelli, insieme a riviste su armi e revolver.
La madre della bambina uccisa aveva denunciato già il suo compagno, ritirando poi la denuncia tre giorni dopo.
La polizia sta procedendo in queste ore alla ricerca dei due genitori che si sono dati alla fuga all’arrivo in casa degli agenti.

La notizia di un’altra violenza ai danni di una minore viene da Osaka, in Giappone. In quel caso marito e moglie avevano segregato in casa per quindici anni la propria figlia.
BC

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]