Home News dal mondo Nove anni, si arrende al cancro: “Ma prima ha visto nascere la...

Nove anni, si arrende al cancro: “Ma prima ha visto nascere la sorella”

CONDIVIDI

Baily CooperPoco più di due anni fa gli è stato diagnosticato un linfoma non Hodgkin al terzo stadio. Nonostante le cure e i vari cicli di chemioterapia, poche erano le speranze. Già ad agosto i medici erano stati chiari: “Ci hanno detto che non aveva molto tempo”, ha raccontato il padre. Ma Baily Cooper, nove anni di Bristol, prima di andarsene per sempre ha voluto abbracciare la sorellina appena nata. “Vorrei rimanere, ma è tempo che io vada e diventi il suo angelo custode”, ha detto. Parole che oggi sono divenute il simbolo di una battaglia.

Millie, questo il nome della sorellina di Baily, è nata a novembre. Racconta la mamma del bambino: “Ha fatto tutto quello che un fratello doveva fare, la teneva in braccio, le cantava le canzoncine. Ma nei giorni successivi le sue condizioni sono peggiorate ulteriormente, ha iniziato a perdere conoscenza. I medici ci avevano detto che non avrebbe vissuto abbastanza per conoscere la sorella. Invece ha combattuto e ce l’ha fatta. A un certo punto però abbiamo detto basta ai sedativi. Quando se n’è andato, una lacrima è scesa dai suoi occhi”.

Ancora una vicenda che scalda i cuori, dopo quella di Dana Scatton, che ha rinunciato alle cure pur di vedere nascere il figlioletto. Baily, prima di morire, ha espresso alcuni desideri: il primo è che al suo funerale tutti fossero vestiti da supereroi. Il secondo lo racconta direttamente la sua mamma: “Ci ha detto che potevamo piangere al massimo 20 minuti perché avremmo dovuto prenderci cura dei suoi fratelli”.

GM