Paola muore a 31 anni in mezzo all’immondizia, Sciarelli: “E’ colpa nostra”

0
4

paola manchisiLa morte di una ragazza giovane è sempre un dolore immenso per chi la conosceva e per chi ne ha seguito anche in parte la vita. Un dolore mescolato al rimorso per chi sa che quella morte poteva essere evitata con un minimo di attenzione in più. Emerge tutto questo dalle parole di Federica Sciarelli durante l’ultima puntata di ‘Chi l’ha visto?’: “Paola poteva essere salvata, la sua morte è una nostra sconfitta”.

La conduttrice si riferisce a Paola Manchisi, una ragazza di 31 anni trovata priva di vita nel suo appartamento in mezzo a rifiuti ed escrementi di topo, segno di una vita solitaria in cui si era reclusa e da cui nessuno aveva avuto la forza di farla uscire né l’interesse necessario per farla aiutare. Di lei il programma di Rai 3 aveva parlato la scorsa estate, quando uno dei reporter si era recato nel suo paese, Polignano a Mare (Bari), per indagare sulla sua vicenda.Paola, infatti, non usciva di casa da 14 anni ed una sua compagna di classe ne aveva denunciato la scomparsa.

L’inviato era venuto a conoscenza della storia di questa ragazza attraverso le testimonianze dei vicini di casa che avevano confermato come Paola vivesse una vita da reclusa da oltre un decennio. Persino i suoi genitori avevano confermato quanto riferito, aggiungendo che era una scelta della figlia e non avevano potuto far nulla per farle cambiare idea. In quella occasione sono stati mandati anche i Carabinieri e gli assistenti sociali, ma anche il loro intervento è stato un buco nell’acqua. Paola è morta il sei gennaio scorso ed ora i genitori sono indagati per abbandono d’incapaci.

F.S.

Fonte: Chi l’ha visto?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui