Home News dal mondo Ragazza uccisa dopo aver risposto ad un falso annuncio di lavoro

Ragazza uccisa dopo aver risposto ad un falso annuncio di lavoro

CONDIVIDI

ragazza uccisaLa ragazza uccisa in seguito a quello che riteneva essere un normale appuntamento di lavoro in Russia si chiamava Kristina Prikhodko. Era una studentessa 19enne che viveva nella città di Novosibirsk e che aveva risposto alla richiesta di reperire una “governante di bell’aspetto”. E lei che era bellissima aveva deciso di farsi avanti. Purtroppo però il tutto si è rivelato essere una terribile trappola. Kristina è stata stuprata, strangolata ed il suo corpo è stato poi abbandonato in un bosco della Siberia, avvolto dalla pellicola trasparente. Le forze dell’ordine hanno ritrovato il cadavere della ragazza uccisa dopo che per due giorni la sua famiglia non riusciva ad avere alcuna notizia.

Ragazza uccisa, era una trappola

È stato accertato che l’annuncio al quale Kristina aveva risposto era stato pubblicato su di un sito di incontri che solitamente mette in contatto uomini maturi con giovani ragazze. In realtà non c’era alcun lavoro di governante, ed un esame post-mortem ha stabilito che Kristina sarebbe stata violentata diverse volte prima di essere poi uccisa. Per questo efferato omicidio sono stati arrestati due uomini, e nella loro auto sarebbero state ritrovate delle tracce riconducibili alla povera ragazza uccisa. Il fatto ha suscitato diverso scalpore, al punto da spingere le autorità russe a diffondere un avviso destinato alle giovani ragazze nel quale si chiede loro di usare massima cautela quando si tratta di dover entrare in contatto di persona con degli sconosciuti in seguito ad annunci su internet. Nei giorni scorsi è invece riemersa la vicenda di una escort 18enne uccisa in provincia di Milano, con tutti i suoi macabri dettagli.

S.L.