Home Senza categoria Lele Mora: “In carcere mi sono apparsi Padre Pio e la Madonna”

Lele Mora: “In carcere mi sono apparsi Padre Pio e la Madonna”

CONDIVIDI

Tutto si può dire di Lele Mora, tranne che sia un personaggio banale. Da ottimo professionista di comunicazione (è stato manager di moltissimi vip), riesce sempre a far convergere l’attenzione su di lui. E lo ha fatto anche l’altro ieri, quando ha rilasciato una intervista a ‘Radio Cusano Campus’, dove ha raccontato della sua esperienza in galera, dove, secondo il suo racconto, sono apparsi nella sua cella prima Padre Pio e poi la Madonna. Ecco il racconto di Mora riguardo quei due momenti così particolari della sua vita, che ricorderà per sempre:

“È stata una cosa meravigliosa. Parlando con le sue parole roche, mi ha detto ‘vedrai, tra pochi giorni uscirai dal carcere’ e pochi giorni dopo io sono uscito. Era circondato da una luce immensa, tipica di un santo. Sono un uomo religioso e credente. L’apparizione della Madonna e l’apparizione di Padre Pio l’ha avuta più di una persona, non solo io. In carcere avevo un’immagine della Madonna che piangeva, per sette o otto mesi si riempiva di acqua”.

Ma è Padre Pio ad aver fatto breccia nel cuore di Mora: “E poi l’ho visto. Mi ha detto di portare pazienza, che la mia sofferenza sarebbe finita presto”. L’apparizione del Santo è arrivata dopo il periodo di isolamento in carcere, folgorandolo, e c’entra anche Massimo Giletti. “In cella mia avevano rimesso il televisore. Ho visto un programma condotto da Giletti, che stimo, su Padre Pio. Poi mi sono addormentato e all’improvviso mi si è illuminata la stanza e mi è apparso questo frate meraviglioso che mi ha assicurato che presto sarebbero finite le mie sofferenze”. Sarà vero? Chissà, ma se a lui è servito per trovare sollievo durante il carcere, contenti tutti.