Amore: 3 segnali per capire che la relazione non funziona

0
101

Non riuscite a capire se valga la pena di proseguire la vostra relazione? Ecco 3 segnali inconfondibili che vi aiuteranno a decidere.

Fine di un amore: 3 segnali inconfondibili
Fine di un amore: 3 segnali inconfondibili

Se state leggendo questo articolo, probabilmente non servirebbero altre parole per giungere alla sola ed unica conclusione che la vostra storia d’amore sia arrivata al capolinea. Tuttavia, se – in un certo senso – necessitate di una spinta in più per accettare la realtà, vi proponiamo tre spunti di riflessione. Aprite la vostra mente (e il vostro cuore) e cercate di connettere con le parole esposte di seguito. Se i 3 segnali citati nel prossimo paragrafo, risuonano veri in voi, forse sarebbe il caso di trasformare i vostri dubbi in certezze. In caso contrario, potreste essere ancora in tempo per salvare la vostra relazione. Vediamo insieme i dettagli.

LEGGI ANCHE —> Panni in casa: come asciugarli velocemente con questi trucchi

Fine di un amore: 3 segnali inconfondibili

Purtroppo, esistono in amore tre segnali inconfondibili dai quali non potrete scappare. Nel caso in cui si presentino queste tre sensazioni, forse dovreste affrontare la realtà ed accettare che la vostra relazione sia arrivata al capolinea. Veniamo quindi al dunque: provate invidia nei confronti di altre coppie? Questo è il primo segnale di malessere. Quando due persone sono felici, innamorate e sicure di stare insieme anche di fronte alle avversità, poco importa come le altre coppie gestiscano il rapporto sentimentale. Nel momento in cui provate invidia e tristezza di fronte a due innamorati, significa che dentro di voi desiderate qualcosa che non vi appartiene più. Ed ecco quindi, che arriviamo alla secondo segnale inconfondibile: si attiva il ricordo dei vecchi amori.

LEGGI ANCHE —> Bambini: ecco come aumentare le loro difese immunitarie

I temibili ex tornano all’attacco, non nella concretezza, bensì nella vostra mente. I ricordi delle dolci carezze, attenzioni, parole romantiche pervadono la vostra mente: lui/lei mi trattava così, lui/lei mi faceva sentire amata/o. E’ assolutamente normale che la mente generi dei confronti: nel momento in cui iniziamo una nuova relazione, associamo il nuovo partner a quello vecchio. Finché nel confronto vince l’attuale, la vostra storia d’amore risulterà idilliaca. Al contrario, se vince il passato, c’è qualcosa che non va nel rapporto di coppia che state vivendo in questo momento.

LEGGI ANCHE —> Mani screpolate? Ecco come rimediare a costo quasi zero

Arrivati a questo punto, i nodi vengono al pettine, e nasce il dubbio che rappresenta la prova definitiva della fine imminente della vostra relazione: “Mi sarò innamorato/a della persona sbagliata?”. Nel momento in cui il vostro cuore si impregna di un dubbio così forte, significa che non siete più sicuri della vostra relazione. Nel momento in cui non c’è sicurezza, non c’è amore. L’amore è amare sempre e comunque, di fronte alla gioia e al dolore, alla speranza e alla frustrazione, anche durante i litigi più forti. Non deve mai nascere nella vostra mente la domanda “perché sto con lui/lei?”, perché è proprio lui/lei ad essere la ragione della vostra storia d’amore ed è l’unico elemento sul quale non ci devono MAI essere dubbi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui