Pensioni: ecco quanto e come aumenteranno quest’anno

Previsto un aumento dell’assegno per il 2022. Ecco, dunque, quanto e come aumenteranno le pensioni quest’anno

pensioni_leggilo.org_21.02.2022
(foto: Pixabay)

Nel 2022 si attende un considerevole aumento dell’assegno pensionistico. Grazie all’entrata in vigore di diversi provvedimenti, infatti, si assisterà ad una crescita degli importi. Si tratta di alcuni ritocchi (non esagerati) che potrebbero però interessare molto chi non lavora più.

Ci sono infatti numerose circostanze che produrranno un aumento delle pensioni per il 2022. Si tratta di elementi che influiscono in maniera diretta sul calcolo degli assegni, e che per quest’anno faranno registrare un sensibile aumento.

Aumento delle pensioni, ecco di quanto

L’aumento delle pensioni previsto per il 2022 è strettamente collegato a due elementi in particolare. La perequazione al costo della vita e la riforma delle tasse. Quest’ultimo punto ha a che fare con le modifiche all’IRPEF e al sistema delle detrazioni per redditi da pensioni.

LEGGI ANCHE –> CAMICIE DA UOMO: PERCHÈ HANNO UN ANELLO SULLA SCHIENA? LA RISPOSTA SHOCK

Tutte queste circostanze fanno sì che si registri in questo anno un aumento degli importi netti percepiti. Non si parla di grandi cifre (siamo vicini ad alcune decine di euro) ma, ovviamente sono soldi che possono fare comodo.

Per quanto riguarda la perequazione dei vitalizi, si registra un adeguamento degli importi collegato con l’aumento del costo della vita. L’istituto previdenziale, infatti, ha applicato per i primi due mesi un tasso dell’1,6% dell’importo lordo mensile riferito al 31 dicembre 2021.

pensioni_leggilo.org_21.02.2022
(foto: Pixabay)

Inoltre, è previsto un aumento dell’1,7% dell’aliquota per quanto riguarda il cedolino di marzo. In definitiva si aspettano i conguagli dello 0,10% di adeguamento in riferimento al mese di gennaio e di febbraio.

LEGGI ANCHE –> CELLULARE: COSA SUCCEDE AL TUO CORPO SE LO TIENI IN CARICA SUL COMODINO

Ecco di quanto aumentano le pensioni

È previsto, inoltre, un secondo aumento durante il rateo di marzo. Questo avverrà grazie alla modifica degli scaglioni e aliquote IRPEF. Da questo conseguono 4 nuove aliquote:

  • 23% per i redditi fino a 15.000€;
  • 25% per la fascia fino a 28.000€;
  • 35% per i redditi tra 28.000€ e 50.000€;
  • 43% per i redditi oltre 50.000€.

A seguito di queste modifiche legate alle aliquote IRPEF, il contribuente dovrà pagare meno tasse e, dunque, il cedolino della pensione sarà indirettamente più ricco. Per le classi di reddito medio-alte, si tratterebbe di un aumento di centinaia di euro.