Vitamine: se ti mancano queste hai problemi al cavo orale

0
303
Fonti ed evidenze: Sorrisodeciso.it

Moltissimi medici parlano spesso dell’importanza delle vitamine, ad esempio alcune influenzano il funzionamento del cavo orale.

Vitamine: influenzano anche il cavo orale (Silhouette Donna)
Vitamine: influenzano anche il cavo orale (Silhouette Donna)

Ogni medico che si rispetti affronta l’importanza della corretta assunzione delle vitamine. Nonostante non sia un argomento particolarmente discusso, potrebbe stupirci scoprire quante conseguenze sono associabili alla carenza vitaminica. Ognuna di loro infatti ha la propria funzione e gode di proprietà specifiche. Oggi, parleremo in particolare del loro effetto sul cavo orale. Vediamo insieme i dettagli.

LEGGI ANCHE —> Vitamina B12: tutto quello che devi sapere se la prendi

Vitamine: analizziamo le loro proprietà

  • Vitamina A

L’assunzione di vitamina A può avvenire tramite il consumo di alimenti vegetali di colore rosso, oppure tramite generi di origine animale come carne e uova. Quest’ultima si può definire un derivato del betacarotene ed è responsabile della produzione dei globuli rossi, con una conseguente resistenza alle infezioni. Per quanto riguarda il cavo orale, la carenza di vitamina A può causare una riduzione della barriera esterna delle mucose della bocca (tessuto orale epiteliale). La conseguenza si può tradurre in ipoplasia (sviluppo incompleto di tessuto) oppure in un difetto nello smalto della struttura dentale.

  • Vitamina D

Esistono poche possibilità in natura di assorbire questa sostanza, eppure la vitamina D è fondamentale soprattutto per lo sviluppo delle ossa. Una carenza può portare, per quanto riguarda il cavo orale dei bambini, ad un’amelogenesi e dentinogenesi imperfetta, ossia uno sviluppo anomalo della struttura dei denti. La principale fonte di vitamina D è il Sole, ma può essere assunta anche tramite integratori specifici.

Vitamine, di fondamentale importanza è la loro assunzione (EasyDent)
Vitamine, di fondamentale importanza è la loro assunzione (EasyDent)

LEGGI ANCHE —> Soffri di insonnia? Ecco le vitamine che possono aiutare

  • Vitamina C

Spesso la vitamina C viene associata alla cura della pelle, soprattutto per la sua capacità di stimolare la produzione di collagene. Proprio a questo proposito – e sempre facendo riferimento nello specifico al cavo orale – un’eventuale carenza può portare allo scorbuto, malattia che provoca sanguinamento e infiammazione gengivale. Essa si può assumere tramite il consumo di kiwi, arance, mandarini eccetera.

  • Vitamine del gruppo B

Nel caso in cui dovessimo assistere alla formazione di afte, ulcere, screpolatura delle labbra oppure infiammazioni gengivali, la causa potrebbe risiedere nella carenza delle vitamine del gruppo B, il quale comprende otto vitamine, con otto effetti diversi.

  • Vitamine E

La vitamina E si può trovare anche in prodotti come dentifricio e collutorio e la sua importanza risiede nelle capacità antiossidanti e curative dei tessuti. Tuttavia, la sua carenza non rileva sintomi specifici nel cavo orale.