Dopo aver mangiato le castagne, non buttare le bucce, queste possono essere un’incredibile risorsa. Ecco come puoi utilizzarle

Non buttare bucce castagne (Pixabay)
(foto: Pixabay)

È tempo di autunno. Le temperature scendono e i paesaggi iniziano a mutare, così come i frutti che mettiamo sulle nostre tavole. Le castagne sono sicuramente l’icona della stagione più bella dell’anno e, oltre ad essere buonissime, possono rappresentare un’incredibile risorsa.

Spesso, infatti, dopo aver mangiato le deliziose castagne abbiamo l’abitudine di buttare ciò che ne rimane. In questo articolo, invece, ti spiegheremo perché non devi buttare le bucce di castagna e quali sono gli utilizzi che ne puoi fare. Buona lettura!

Bucce di castagne, ecco come le puoi utilizzare

L’autunno ci offre, oltre ai paesaggi e ai colori meravigliosi, frutti e cibi buonissimi. Tra questi ci sono sicuramente le castagne che, insieme ad un buon bicchiere di vino, rappresentano il pasto tipico di questa splendida stagione che accompagna l’avvicinarsi dell’inverno.

LEGGI ANCHE –> SUSHI: NON CONSUMATELO TROPPO SPESSO. LO STUDIO VI LASCERÀ SENZA PAROLE

Quando i boschi cambiano i loro colori e iniziano a donarci i loro frutti, ecco che si può davvero iniziare a parlare di autunno. Le castagne appaiono sulle nostre tavole e consumarle insieme alla famiglia e agli amici è un bellissimo momento di condivisione e allegria.

Ma le castagne, oltre ad essere buonissime, possono rappresentare una risorsa utilissima nella loro totalità. L’abitudine, infatti, ci porta a buttare le bucce di questo buonissimo frutto, ma il consiglio è quello di conservarle perché è possibile facilmente riutilizzarle.

bucce castagne (Pixabay)
(foto: Pixabay)

Le bucce di castagne possono essere utilizzate, infatti, come concime naturale. Rompetele in piccoli pezzettini e mischiatele nel terreno in cui sono le vostre piante, questo consentirà loro di ricavare dalle bucce di castagne azoto e magnesio.

Castagne (Pixabay)
Foto di Holger Langmaier da Pixabay

Le bucce di castagne possono rappresentare anche un ottimo fertilizzante per le piante. Se in casa avete un camino, lasciatele bruciare insieme alla legna. La cenere che ne ricaverete sarà ottima per fertilizzare le vostre piante. Basterà spargerne un po’ intorno alla pianta che desiderate.

LEGGI ANCHE –> DORMIRE: METTERE UNA SAPONETTA NEL LETTO È LA SOLUZIONE GIUSTA? SCOPRIAMOLO INSIEME

Sempre nell’ottica di far crescere nel modo migliore le vostre piante, le castagne possono essere utilizzate anche sul fondo dei vasi porta piante. Questo permetterà infatti un ottimo drenaggio naturale dell’acqua, aiutandola a non formare ristagni e a non creare umidità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui