Sembra che il noto agente artistico abbia avuto a che fare con i felini più belli e maestosi del mondo. Lele Mora era domatore?

L'agente Lele Mora
L’agente Lele Mora

Dario Gabriele Mora – conosciuto come Lele Mora – è un noto agente dello spettacolo. Sono stati moltissimi gli artisti che sono passati sotto la sua ala: da Simona Ventura a Christian De Sica, da Antonella Elia a Fabrizio Corona, ma anche Sabrina Ferilli, Valeria Marini, Maria Teresa Ruta e tanti, tanti altri.

Nel corso della sua carriera quindi, Lele Mora ha avuto a che fare con una moltitudine di personalità diverse, tentando in tutti i modi di far affermare i suoi protetti nel mondo dello spettacolo. Eppure, recentemente, si è scoperto che il noto agente sarebbe diventato addirittura un domatore di tigri!

LEGGI ANCHE —> Belen ha tradito Stefano De Martino: Lele Mora vuota il sacco!

Lele Mora domatore di tigri? Ecco la verità

A quanto pare, in occasione dell’inaugurazione dell‘American Circus della famiglia Togni a Milano, Lele Mora avrebbe dovuto assistere Bruno Togni nel numero più spaventoso dell’intero spettacolo. Egli infatti, sarebbe stato rinchiuso, insieme all’esperto, nella gabbia delle tigri e avrebbe quindi dovuto fare il domatore per ben trenta minuti.

Circo Togni - Lele Mora doveva fare il dominatore
Circo Togni – Lele Mora doveva fare il dominatore

LEGGI ANCHE —> Angela da Mondello velenosa contro Lele Mora: “Mi ha ingannata”

Tuttavia, nonostante Lele Mora, si fosse dichiarato pronto a questa grande (e assurda) impresa, sembra che alla fine dovrà rinunciarvi. Per svolgere questa attività infatti, il noto agente dello spettacolo avrebbe dovuto munirsi di un permesso rilasciato dalla Commissione di Collaudo; permesso che però, gli è stato rifiutato.

Le motivazioni della decisione sono ignote, sicuramente ha influenzato molto la commissione il fatto che Lele Mora non avesse assolutamente esperienza al riguardo e la presenza di Bruno Togni, a quanto pare, non bastava.

Nonostante il no, Lele Mora ha comunque voluto esprimere la sua opinione circa questi tipi di performance, difendendo il circo onesto e condannando quello violento nei confronti degli animali: Gli animali vanno trattati bene e allora anche loro ti trattano bene e ti danno tanto. I circhi sono i luoghi dove gli animali si amano di più; senza gli animali, il circo perde parte del suo fascino”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui