Se tutti i social più importanti sparissero, come reagirebbero le famose influencer? Chiara Ferragni esprime la sua opinione a riguardo.

Chiara Ferragni - l'imprenditrice si racconta
Chiara Ferragni – l’imprenditrice si racconta

Lunedì 4 ottobre, i social network più importanti ed utilizzati di proprietà di Mark Zuckerberg, sono rimasti in down per circa cinque ore. Per tutto quel lasso di tempo, Facebook, Instagram e Whatsapp sono rimasti fuori uso e risultava impossibile utilizzarli in tutto il mondo. Questo incidente di percorso, se protratto a lungo, può rappresentare un grande problema per le influencer che lavorano proprio su queste piattaforme.

Se un giorno – speriamo molto lontano – questi tre fondamentali social network finissero in down per giorni o addirittura mesi, tutte le persone che lavorano sul web, rimarrebbero improvvisamente senza un’occupazione. Proprio in occasione del problema tecnico di lunedì scorso, l’imprenditrice digitale – Chiara Ferragni – ha espresso la sua opinione a riguardo ed ha rivelato di avere un piano alternativo.

LEGGI ANCHE —> Fedez, avete mai visto la sua ex? Chi c’era prima di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni rivela come agirebbe di fronte ad un down definitivo dei social

L'influencer fashion blogger
L’influencer fashion blogger

Sicuramente il lavoro dell’influencer rappresenta un impiego invidiato da molte persone: siamo abituati ad essere bombardati da immagini di vacanze extra lusso, vestiti super costosi, una vita da favola condivisa con i milioni di followers di Instagram. Ma, dato che le favole esistono solo nei libri, bisogna sottolineare che anche questo tipo di occupazione presenta dei buchi neri.

LEGGI ANCHE —> Chiara Ferragni e Fedez, avete mai visto dove vivono? Lusso nel cuore di Milano

La principale problematica del lavoro dell’influencer è che, questo impiego, prevede esclusivamente l’utilizzo del web e dei social network. E’ difficile infatti trovare delle vie alternative ad un lavoro che si costruisce solo ed esclusivamente su queste piattaforme. Di conseguenza, se un giorno questi social smettessero di funzionare per un lasso di tempo che va oltre le cinque ore del 4 ottobre scorso, sarebbero moltissime le persone che, all’improvviso, si troverebbero senza lavoro.

Dal profilo Instagram di Chiara Ferragni
Dal profilo Instagram di Chiara Ferragni

LEGGI ANCHE —> Chiara Ferragni, quanto guadagna l’influencer? La cifra capogiro

A questo proposito, in occasione della sua recente intervista per Vogue, Chiara Ferragni – che sul web ha costruito un vero impero – ha spiegato di avere una sorta di piano b: “Sto valutando di aprire un canale Telegram per parlare più direttamente ad un numero scelto di persone […] i fedelissimi ti seguirebbero ovunque, ma non sarebbero tutti”. Insomma, la nota fashion blogger sta già lavorando con i suoi collaboratori per attuare una possibile alternativa all’utilizzo delle piattaforme di Zuckerberg. Ma basterà ad affrontare l’eventualità di un down generale?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui