La famiglia Bianchi non cambia: il padre alza le mani e lo zio vuole liberare i cani

0
347
Fonti ed evidenze: Fanpage

Dopo la spiacevole frase della madre di Gabriele e Marco Bianchi, “l’hanno messo in prima pagina manco fosse morta la regina”, ora il padre manda al pronto soccorso un giornalista.

Ruggero Bianchi aggredisce troupe della Rai
La Vita In Diretta

 

Dopo le ultime notizie riguardanti la famiglia Bianchi e le conversazioni intercettate e pubblicate da La Repubblica, dove Simonetta Di Tullio, la madre dei fratelli accusati dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte, parla al figlio dicendo “l’hanno messo in prima pagina manco fosse morta la regina”, riferendosi al 21enne morto, i commenti negativi arrivati erano inevitabili. La troupe della trasmissione “La vita in diretta” in onda sulla Rai è andata davanti a casa Bianchi – in località Colubro – per chiedere alla madre di Gabriele e Marco spiegazioni riguardo quella frase tanto spregevole.

La giornalista e il cameraman hanno iniziato le riprese e la donna, in risposta alle domande, ha dapprima insultato e minacciato i giornalisti. D’un tratto sbuca il marito, Ruggero Bianchi, che si scaglia contro l’operatore, dando strattoni, calci e schiaffi. In sottofondo lo zio dei fratelli Bianchi che suggerisce addirittura di scagliare i cani contro la troupe. Il giornalista, aggredito, finisce al pronto soccorso dell’ospedale di Frosinone, dove è stato poi dimesso con una prognosi di tre giorni. 

Dopo l’accaduto la troupe della Rai non ha chiamato le forze dell’ordine e non sembrano essere partite denunce. Ricordiamo che sia Simonetta Di Tullio, sia il marito Ruggero Bianchi, sono già indagati con l’accusa di percepire il Reddito di cittadinanza senza averne diritto. Intanto Stefano Coletta, direttore di Rai 1, esprime solidarietà e vicinanza verso l’operatore aggredito: “A nome di tutta la Rai esprimo solidarietà a Danilo.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Dura vita dei fratelli Bianchi in carcere: sputi nel cibo e chiodi nel dentifricio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui