Nuovo digitale terrestre, ancora rimandato il passaggio

0
28

Da mesi ormai si discute del passaggio al nuovo digitale terrestre, col processo che è stato però posticipato.

nuovo digitale terrestre
Nuovo rinvio per il nuovo digitale terrestre (foto: Pixavay).

La seconda rivoluzione del mondo televisivo dovrà ancora attendere. Dopo il passaggio al digitale terrestre di diversi anni fa, tutto sembrava pronto per il switch off verso il nuovo digitale terrestre, che a quanto comunicato dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrà ancora aspettare.

Leggi anche –> Nino D’Angelo, avete mai visto la moglie? Ecco chi è il grande amore della sua vita

Inizialmente, il passaggio della codifica dei canali da Mpeg2 a Mpeg4 era fissato per il prossimo 1° settembre, dunque nelle prossime settimane, mentre l’arrivo del DVB-T2 (digitale terrestre di seconda generazione) per il 30 giugno 2022. Le date però sono ora, come detto, cambiate; tempo extra quindi per attrezzarsi e godere di una nuova e innovativa visione.

Nuovo digitale terrestre, ulteriore rinvio: le nuove date

Recentemente, il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di posticipare la nuova rivoluzione del mondo televisivo, rallentata a causa della pandemia ancora purtroppo in atto scatenata dal COVID-19.

Come suggerito dal ministro Giorgetti, lo switch off è stato slittato al 15 ottobre, dando ancora un mese di tempo a tutti gli italiani per attrezzarsi per le nuove trasmissioni; parallelamente, il DVB-T2 non arriverà più a giugno dell’anno prossimo ma direttamente a gennaio 2023.

digitale terrestre
(foto: Pixavay).

Il piano completo del passaggio resta però tutt’ora ancora confusionario, considerato come ogni singola emittente abbia la facoltà di gestire la situazione nella maniera che più ritiene consona; la Rai, ad esempio, ha già comunicato che inizialmente i canali principali Rai 1, 2 e 3 rimarranno visibili in Mpeg2.

Leggi anche –> Uomini e Donne, Tina va via dal programma per sempre? I rumors sulla prossima stagione

Mediaset e La7 invece non hanno comunicato nessun dettaglio a riguardo; in ogni caso, per tutti, il passaggio alla nuova codifica Mpeg4 sarà totale entro la fine dell’anno. Il governo, per favorire questa evoluzione tecnologica, ha già messo a disposizione un bonus TV per fornire sconti e incentivi per l’acquisto di un nuovo televisore capace di supportare il nuovo standard.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui