Pisa, il figlio 11enne di un Carabiniere trova la pistola del padre: bastano pochi istanti per l’irreparabile

0
119
Fonti ed evidenze: Messaggero, Gazzettino

Tragedia a Pisa dove un incidente domestico è costato una vita. Il figlio di un Carabiniere ha trovato l’arma del padre in casa nonostante questa fosse nascosta.

Carabiniere figlio 25 maggio 2021 leggilo.org
Getty Images/Franco Origlia

Era nascosta e custodita lontano da occhi indiscreti l’arma con cui il figlio di un Carabiniere di Pisa, località Cascina, ha sparato attorno alle 13:30 di domenica, causando una tragedia immane: il bambino di appena 11 anni ha infatti esploso un singolo colpo con l’arma da fuoco sufficiente però a causare il dramma. Il bambino – secondo le ricostruzioni – si trovava in casa in camera sua quando per ragioni ignote ha deciso di cercare qualcosa tra le cose del padre, trovando la pistola che l’uomo teneva “custodita con diligenza” secondo la testimonianza della famiglia. Il piccolo ha iniziato probabilmente a giocare con la pistola o forse ha tolto per errore la sicura: fatto sta che dall’arma è partito un singolo proiettile che ha centrato il figlio del Carabiniere in testa, uccidendolo. Un incidente mortale che non si riesce davvero a spiegare secondo gli uomini della Scientifica di Firenze che hanno effettuati le perizie nella casa teatro del dramma.

Secondo insegnanti ed amici, il bambino non aveva mai manifestato tendenze violente ne autolesioniste come è successo in altri casi tragici che hanno purtroppo coinvolto minori: “Era un ragazzino allegro, sereno e con un ottimo rendimento scolastico”, dicono i maestri che lo seguivano a scuola. Per questa ragione, gli inquirenti sono orientati ad escludere un gesto volontario e credono che il bambino si sia imbattuto nell’arma del padre per caso o che l’abbia presa solo per giocare, ignorando il pericolo. Tuttavia, altre piste non sono escluse: il Procuratore Flavia Alemi che segue le indagini ha spiegato che il colpo ha centrato il bambino alla tempia, come se si fosse puntato l’arma verso la testa. Le indagini cercheranno di fare luce su una tragedia che si poteva e doveva evitare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui