Pasqua, la Polizia potrà controllare la quantità di cibo portata via con l’asporto

0
420
Fonti ed evidenze: Nazione, Giornale

In almeno una città italiana, la polizia farà particolare attenzione agli ordini d’asporto per Pasqua. I controlli dovrebbero evitare gli assembramenti. 

Pasqua Asporto 3 aprile 2021 leggilo.org
Getty Images/Emanuele Cremaschi

A Pasqua potrebbe risultare un problema anche ordinare una quantità eccessiva di cibo da asporto, almeno stando alle dichiarazioni del capo della Polizia Locale di Arezzo, Aldo Poponcini“Siamo in gradi di produrre lo sforzo massimo. I miei agenti andranno a controllare le quantità dei prodotti da asporto: se c’è cibo per quindici o venti persone, è chiaro che sia destinato a un pranzo o a una cena di familiari e amici con gente radunata ben al di là del consentito”, dice il poliziotto riferendosi al rischio di assembramenti per le feste di Pasqua. La Polizia Locale di Arezzo è infatti sul chi vive proprio in occasione delle festività pasquali e promette controlli più severi per evitare ciò che a detta di Poponcini è già successo durante le feste natalizie: “Per Natale abbiamo purtroppo avuto situazioni limite e non voglio che a Pasqua succeda la stessa cosa“, afferma il capo degli agenti.

A Pasqua dunque ogni ordine ricevuto tramite consegne o asporto potrà essere sottoposto a controlli della Polizia, almeno in provincia di Arezzo. Gli agenti intendono accertarsi che eventuali ordini molto corposi non siano destinati a decine di persone riunite nella stessa casa. Ma i ristoranti non saranno gli unici ad essere sottoposti a controlli più severi e stringenti. Anche nelle aree verdi gli agenti della polizia saranno in agguato, pronti a procedere con le sanzioni“Più posti di blocco, sulle strade cittadine e quelle che portano ad Arezzo, attenzione stringente verso le giustificazioni, controlli mirati sui parchi, e agenti davanti ai ristoranti: insomma, vogliamo apparecchiare una Pasqua sicura“, prosegue Poponcini promettendo che i suoi agenti saranno anche pronti a rinunciare alle ferie pasquali pur di garantire il rispetto delle norme anti Covid. Arezzo non sarà l’unico comune dove i controlli saranno intensificati: come ha promesso il Ministro degli Interni Luciana Lamorgese infatti, anche questa Pasqua sarà blindata e all’insegna di severe limitazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui