Tre settimane di Lockdown pesante e coprifuoco alle 20: la cura di Draghi rischia di essere simile a quella di Conte

0
227
Fonti ed evidenze: Adnkronos, Open

Per dare una spinta decisiva alla campagna di vaccinazione, il Governo Draghi avanza l’ipotesi di un nuovo lockdown. Ecco quanto potrebbe durare la chiusura.

Draghi lockdown 8 marzo 2021 leggilo.org-2
Getty Images/Hannelore Foerster

L’ipotesi di un nuovo lockdown è sicuramente una delle prospettive più spaventose per gli italiani, soprattutto per il lavoratori di determinati settori, eppure il premier Mario Draghi ed il Ministro della Salute Roberto Speranza, già in carica durante il primo lockdown completo a livello nazionale, non escludono questa ipotesi specialmente ora che le varianti del Covid fanno risalire i contagi giorno per giorno in maniera abbastanza preoccupante: “Sulla base dei dati mi aspetto che nelle prossime settimane l’impatto di questa variante possa far crescere la curva, mi aspetto regioni che possono andare verso la zona rossa. Mi aspetto che le ordinanze possano essere ancora di natura restrittiva”, ha detto in proposito Speranza, riferendosi alla ormai famigerata variante inglese che sembra molto aggressiva anche nei confronti dei giovani, una categoria prima ritenuta “al sicuro” dai sintomi più gravi della pandemia. Ed ecco quindi sbucare fuori la tanto temuta ipotesi di un lockdown nazionale ordinato dal Governo Draghi.

L’ipotesi di un secondo lockdown era stata già più volte avanzata durante il mandato del Premier Giuseppe Conte ma mai concretizzata: la situazione economica del paese infatti potrebbe non reggere secondo molti sindacati ed esperti di economia. Eppure, per dare una spinta decisiva alla campagna di vaccinazione – fanno sapere gli esperti che lavorano con il Governo Draghi – una chiusura generale di tre settimane paragonabile al lockdown di marzo potrebbe risultare decisiva. Ma il lockdown non è l’unica ipotesi: infatti, tra le misure prese in considerazione dal Governo abbiamo anche l’estensione del coprifuoco a partire dalle ore 20:00, la chiusura di tutti i negozi nelle zone più a rischio dove hanno già chiuso i cancelli le scuole di ogni fascia di età e un lockdown generale limitato però al week end. Tutte queste nuove restrizioni potrebbero entrare in vigore ad aprile, allo scadere del Dpcm correntemente in vigore: sarà la situazione epidemiologia a far decidere il Governo, forse sempre in base al nuovo criterio dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, considerata la soglia di rischio per la zona rossa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui