Sfogo in diretta nazionale per Claudio Amendola. L’attore romano durante la puntata di L’aria di Domenica di ieri 6 dicembre, ha espresso il suo parere riguardo al nuovo Dpcm e alle limitazioni imposte in vista del Natale.

Claudio Amendola

Claudio Amendola ha perso la pazienza e durante l’ultima puntata del programma L’aria di Domenica ha deciso di sfogare la sua rabbia per il polverone e le tantissime critiche al governo, create a seguito dei provvedimenti presi per tutelare la salute pubblica in vista del Natale. Secondo l’attore il processo al divieto dei cenoni di Natale è decisamente “stupido” e si sta creando un dramma per nulla. Il tema della puntata del programma era appunto il nuovo Dpcm e i numerosi divieti che impone in vista delle festività: tra le misure più discusse anche il “consiglio” di festeggiare i giorni di Natale e di Capodanno solo tra i congiunti che vivono sotto lo stesso tetto. Proprio sulle critiche a questa raccomandazione Amendola ha perso le staffe. Tutto è iniziato a seguito della domanda di Myrta Merlino sull’opinione dell’attore sulla questione. Incalzato dalla conduttrice Amendola ha affermato che tutto il polverone sulle cene è assurdo. Le persone dovrebbero capire la gravità della situazione in Italia e nel mondo e rispettare le regole create per tutelare la salute.

LEGGI ANCHE> PAOLO BROSIO, L’AUDIO DELLA FIDANZATA “STO CON LUI PER ARRIVARE AL SUCCESSO”

Claudio Amendola

L’attore romano lancia un appello ai telespettatori chiedendo a tutti di rispettare le regole e passare il Natale solo con la famiglia. Se per un anno non festeggeremo con più persone non sarà un dramma. Poi dice di essere stufo delle polemiche inutili in un momento storico così delicato. Claudio Amendola critica inoltre le proteste per il divieto di partecipare alle messe di mezzanotte, la fede, secondo l’attore, non appartiene ad un luogo fisico e chiunque potrà pregare all’interno delle propria casa, conservando comunque l’importanza religiosa del Natale. “State a casa, non uscite, il signore Iddio vi accoglierà anche se pregate dallo sgabuzzino di casa” ha concluso. Affermazioni che hanno fatto parecchio discutere, creando indignazione soprattutto nelle persone che lavorano lontano da casa e a causa dei divieti dovranno passare il Natale a casa da soli. ù

LEGGI ANCHE > VERISSIMO, MARCO CARTA FA UN ANNUNCIO E SCOPPIA IN LACRIME

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui