Ferlaino risponde a Cabrini: “Pessotto al Napoli non avrebbe tentato il suicidio”

0
100

L’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino risponde alle dichiarazioni shock di Antonio Cabrini con una dichiarazione ancora più infelice: “Gianluca Pessotto al Napoli non avrebbe provato a suicidarsi”.

Corrado Ferlaino

Alcuni giorni fa Antonio Cabrini  aveva affermato che se Diego Armando Maradona avesse giocato nella Juventus ora non sarebbe morto. Ed oggi per difendere la città e la squadra napoletana Corrado Ferlaino rincara la dose e afferma che se Gianluca Pessotto  avesse giocato nel Napoli non avrebbe mai tentato il suicidio.

Le parole Antonio Cabrini hanno fatto indignare molti Napoletani che hanno riscontrato nelle parole dello juventino un insulto alla loro città. Nel suo discorso Cabrini, secondo molti, fa intendere che Torino e la Juventus avrebbero un ambiente più tranquillo e onesto  rispetto e Napoli e  questo avrebbe sicuramente giovato a calciatore. Dopo l’esternazione per niente di felice di Cabrini si era alzato un polverone mediatico terminato con le scuse pubbliche dell’ex terzino della Juventus e della Nazionale. Cabrini ha voluto specificare che la sua affermazione non era un giudizio morale, ma una constatazione sulla grande energia di Napoli che non è riuscita a contenere tutta la passione, mentre l’ambiente ovattato di Torino e della Juve avrebbe potuto proteggere meglio il calciatore argentino.

GF VIP: CRISTIANO MALGIOGLIO SVELATO IL SUO “FIDANZATO SEGRETO”

Corrado Ferlaino

La discussione sembrava finita con il mea culpa di Antonio Cabrini ma a sorpresa l’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino ha voluto commentare l’accaduto con delle dichiarazioni altrettanto scioccanti.  Rispondendo con stesso tono l’ex presidente partenopeo ha affermato: “A Cabrini rispondo che quel giocatore della Juve che ha tentato di suicidarsi.  Al Napoli non sarebbe mai successo”.

Ferlaino si riferisce al triste episodio di  episodio accaduto nel 2006 quando l’exterzino bianconero Gianluca Pessotto, tentò di togliersi la vita, lanciandosi giù da un balcone nella sede sociale della Juventus a Torino. Nonostante le gravissime fratture e ferite, fortunatamente Pessotto riuscì a riprendersi e dopo una lunga degenza fu dimesso dall’ospedale. Oggi Gianluca Pessotto è un dirigente della Juve.

Con le sue affermazioni Ferlaino è dunque riuscito a battere Antonio Cabrini, in un botta e risposta all’insegna del cattivo gusto. Non è servito il polverone mediatico scatenato da Cabrini, e ora anche l’ex presidente del Napoli dovrà rispondere della pesante “battuta” ai danni di Tornino, delle Juventus e di Gianluca Pessotto.

LEGGI ANCHE > FLAVIO BRIATORE FURIOSO SU INSTAGRAM: “HO PORTATO NATHAN CON ME A DUBAI PER UN MOTIVO”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui