“Salvini appeso” il candidato dem augura un Piazzale Loreto al leader della Lega

0
12

Il candidato Dem Fabio Tumminello scrive un infelice messaggio sui social network a pochi giorni dalle regionali.

 

Il Partito Democratico è stato obbligato a scusarsi con il segretario leghista Matteo Salvini per un increscioso episodio avvenuto ieri che ha visto come protagonista Fabio Tumminello, candidato con il partito in vista delle elezioni regionali del 20/21 settembre. Fabio Tumminello oltre ad essere candidato come sindaco nel periodo coincidente con le elezioni regionali dal PD presso Venaria Rela – frazione di Torino – è anche un avvocato praticante, cosa che forse ha scatenato ancora più clamore per il suo gesto. Il giovane militante nel Partito Democratico aveva pubblicato una storia sul suo profilo Instagram – al momento disattivato – ovvero un contenuto multimediale che ha la durata di 24 ore in cui ironizzava sul rimprovero ricevuto da parte di un altro legale riguardo il suo linguaggio troppo schietto nelle mail di lavoro: “Cerca di essere meno diretto nelle mail. Ok avvocato, ecco la mia risposta”, recitava il post sullo sfondo del quale troneggiava una foto di un graffito recitante la frase: “Salvini appeso”.

Screen Salvini 15 settembre 2020

Il post del candidato Dem ha imbarazzato non poco i suoi compagni di partito che si sono comprensibilmente scusati con il leader del Carroccio che in questi giorni ha avuto a che fare con più di una contestazione da parte dei suoi oppositori: “Il Partito Democratico si dissocia dal contenuto del post pubblicato dal suo candidato Fabio Tumminello. Da sempre, ci proponiamo di abbassare i toni e non lasciarci andare a messaggi violenti o maleducati, questo avvenimento non rispecchia i valori del partito”, ha affermato in un comunicato ufficiale il portavoce del distaccamento del PD di Venaria Reila – riferisce Repubblica – che conta circa 33.000 abitanti. Nel comunicato, viene riportata anche la giustificazione del legale che afferma di essere stato frainteso: “Il nostro candidato si è detto dispiaciuto per l’accaduto, affermando che voleva soltanto fare ironia. Si rende conto di aver fatto un errore dettato forse dalla sua esuberanza e ha prontamente rimosso il contenuto offensivo. E’ un ragazzo assolutamente non violento e ha solo commesso un errore”, recita il messaggio.

La reazione della Lega non si è fatta attendere ed è arrivata tramite il vicepresidente della giunta regionale del Piemonte Andrea Cerutti – riporta Il Corriere della Sera: “Il gesto del candidato Tumminello non può essere interpretato in nessun modo se non come un incitamento all’odio. Va condannato fermamente soprattutto dal Partito Democratico a cui il candidato appartiene”. Il consigliere regionale ha concluso con un appello agli elettori in vista delle elezioni regionali che sono ormai imminenti: “Sono certo che i residenti del comune non vogliono essere rappresentati da qualcuno che fomenta l’odio sui social”. La risposta del segretario leghista Matteo Salvini è stata piuttosto pacata: “A Venaria terrò un comizio per parlare del futuro dei giovani, di scuola e di lavoro. Non certo per fomentare violenza ed odio”, le sue parole. In vista delle elezioni regionali, il PD sta già affrontando diverse difficoltà, prima tra tutte la faticosa convivenza con un alleato di governo – il Movimento Cinque Stelle – che ha rifiutato qualsiasi accordo per fare fronte comune durante le Regionali. In una situazione delicata come questa, quella del giovane candidato Dem potrebbe rivelarsi una clamorosa autorete per il partito.

Fonte: Il Corriere della Sera, La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui