Home Politica Opinioni Andrea Camilleri: “Mi fa vomitare vedere Salvini che mostra il rosario”

Andrea Camilleri: “Mi fa vomitare vedere Salvini che mostra il rosario”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30
CONDIVIDI

Il leader della Lega Matteo Salvini ha replicato alle ultime dichiarazioni rilasciate dallo scrittore Andrea Camilleri, sull’utilizzo da parte del Vicepremier dei simboli religiosi. Nuovo scontro tra il padre di Montalbano e il leader della Lega, che già in passato non hanno perso occasione di scontrarsi. 

Camilleri Salvini fa vomitare - Leggilo

Non si placa la polemica sull’uso dei simboli religiosi da parte del Vicepremier Matteo Salvini. Prima il Rosario in tasca durante un comizio elettorale, poi il bacio al Crocifisso all’indomani del voto alle Europee che ha visto trionfare la Lega. Gesti che non sono piaciuti a molti rappresentanti del clero e neanche allo scrittore Andrea Camilleri. Il padre di Montalbano, secondo cui con Salvini si è tornati chiaramente al fascismo, è tornato sulla faccenda commentando a Circo Massimo, su Radio Capital, intervistato da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto.  

“Non credo in Dio, ma vedere Salvini impugnare il rosario dà un senso di vomito”, dice Camilleri che poi prosegue: È chiaro che tutto questo è strumentale, fa parte della sua volgarità. Papa Francesco, che sa quello che fa, non impugna il rosario, non ne ha bisogno, sa che offenderebbe profondamente i santi. Più passano i giorni,  più gli interventi di Bergoglio si fanno incisivi e precisi. È l’unico grosso uomo politico che esista oggi al mondo. Certo non è paragonabile a Trump…”, riporta Adnkronos.

Un attacco che non è passato inosservato a Salvini che, nel corso di una diretta Facebook, ha così commentato: “Andrea Camilleri ha detto che lo faccio vomitare, mi spiace perché amo il commissario Montalbano. Camilleri…scrivi che ti passa”. Poi, il leader della Lega, entusiasta dopo l’approvazione al Consiglio dei Ministri del Decreto Sicurezza bis, prosegue parlando di Europa, crescita e investimenti. “Tagli, tasse, austerità e precarietà hanno impoverito il Paese e fatto esplodere il debito, (+ 650 miliardi in dieci anni), noi vogliamo liberare risorse, soldi, energie e lavoro”, scrive Salvini.

All’Europa chiediamo rispetto per un’Italia che vuole tornare a crescere, costruire e investire.Tagli, tasse, austerità e precarietà hanno impoverito il Paese e fatto esplodere il debito (+ 650 miliardi in dieci anni), noi vogliamo liberare risorse, soldi, energie e lavoro.GRAZIE a Voi, tutto è possibile.

Pubblicato da Matteo Salvini su Mercoledì 12 giugno 2019

Fonti: Radio Capital, Adnkronos, Matteo Salvini FB

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]