Home Persone Affetta da demenza, non ricorda le violenze: ma l’operatore abusa di lei

Affetta da demenza, non ricorda le violenze: ma l’operatore abusa di lei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:38
CONDIVIDI

Roma. Anziana di 84 anni affetta da demenza senile subisce ripetutamente violenza sessuale da un operatore sanitario di 61 anni.

Roma, operatore abusa di un'anziana

Una storia di abusi che arriva da Roma, dove un operatore sanitario ha abusato sessualmente della donna di 84 anni, affetta da demenza senile e ricoverata in una casa di riposo a Casal Palocco, “L’Infernetto”, ormai da tanti anni. L’anziana, una donna di 84 anni, quando il figlio era andato a farle visita, ha raccontato in maniera confusa, vaga e disordinata di essere stata vittima di abusi sessuali all’interno della struttura. Il figlio, incredulo e sconvolto dalle parole della madre, ha chiesto spiegazioni ai dirigenti della struttura ma non ha avuto risposta. Allora, si è recato immediatamente alla Stazione dei Carabinieri più vicina per raccontare quanto la mamma gli aveva riferito, come riportato da Repubblica.

Così, le Forze dell’Ordine di Ostia sono subito intervenute per accertare la dinamica dei fatti. Ascoltate le parole del figlio della vittima, le indagini sono partite sotto la direzione del sostituto Procuratore della Repubblica di Roma, Gabriella Fazi. Gli Agenti hanno controllato tutte le telecamere della struttura e hanno accertato che l’anziana signora non mentiva affatto, la verità è emersa nuda e cruda, come riportato da Il Tempo.

L’operatore, un uomo di 61 anni di origine cilena, un “tutto fare” della struttura, si introduceva di nascosto tutte le notti nella stanza dell’84enne e abusava di lei, facendo affidamento sulla malattia della donna. Dai filmati visionati, è emerso che i due avevano rapporti sessuali completi. Di certo, la donna non era cosciente e per questo, dopo poco tempo, se ne dimenticava.

I Carabinieri hanno arrestato con un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma. Ora il 61enne deve rispondere del reato di violenza sessuale aggravata e continuata e si trova rinchiuso nel carcere di Rebibbia, a Roma. Intanto, la donna sarà ascoltata da un team di psicologi e psichiatri per valutare le conseguenze e i danni subiti.

Fonti: Repubblica, Il Tempo

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]