La piattaforma Rousseau si è bloccata. L’orario di voto è slittato alle ore 11.00, dalle 10.00 previste, e si protrarrà per un’ora in più, quindi fino alle 20.00 di questa sera.

Rousseau è entrata in crisi. Gli utenti che hanno provato ad accedere alla piattaforma online del M5S non sono riusciti a connettersi al sito, che è letteralmente entrato in tilt. Forse, il numero di utenti attivi sulla piattaforma era troppo elevato e il sistema non ha retto, bloccandosi. Il sito del M5S ha avuto, dalle 10.00 di questa mattina, orario di inizio delle votazioni, un vero e proprio boom di accessi. Così, entrato in tilt il sito, i vertici del Movimento hanno posticipato di un’ora la votazione, dalle 11.00 alle 20.00 invece che dalle 10.00 alle 19.00. Slittata anche, di conseguenza, la riunione del gruppo Camera prevista in serata.

Lo slittamento dell’orario è stato annunciato da un post condiviso dal blog delle stelle dove si legge anche che il quesito è stato modificato leggermente. Per votare bisogna essere iscritti al M5S da almeno sei mesi con un documento certificato: gli iscritti potranno esprimersi sull’autorizzazione a procedere contro il Ministro dell’Interno Salvini sul caso Diciotti, dopo che il 24 gennaio scorso, il Tribunale dei Ministri di Catania aveva chiesto l’autorizzazione a procedere in giudizio contro Salvini, accusato di sequestro aggravato di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale per i migranti a bordo della nave militare Diciotti.  

La sostanza resta invariata con il sì per negare l’autorizzazione a procedere e il no, che al contrario, apre la strada al processo per il responsabile del Viminale. Nel quesito tuttavia, rispetto al formula che è stata utilizzata ieri, è stata aggiunto il seguente inciso ” è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato” in caso di risposta affermativa e “non è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato” in caso di risposta negativa. La modifica, a quanto si apprende, è stata apportata in seguito alle frizioni che ieri hanno accompagnato il post in cui veniva annunciato il voto sul caso Diciotti.

Intanto, ieri sera, il Vicepremier Matteo Salvini, ospite da Massimo Giletti a Non è l’Arena, si è espresso sulla consultazione online dei grillini. “Giusto ascoltare gli italiani, consultare gli iscritti. Spero che non finisca come Sanremo, dove gli italiani hanno votato in un modo e poi la giuria ha cambiato”, ha detto Salvini riferendosi alle polemiche sulla vittoria di Mahmood, risultata da un capovolgimento totale del voto del pubblico da parte di giurie tecniche. Ancora, Salvini ha spiegato di aver agito nell’interesse pubblico: “Anche i sassi sanno che una volta arrivato al Governo avrei fatto il possibile per fermare gli sbarchi”.

Fonte: Non è l’Arena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui