Home Politica Matteo Salvini: “Rischio dai 3 ai 15 anni di carcere”

Matteo Salvini: “Rischio dai 3 ai 15 anni di carcere”

CONDIVIDI

“Io paura? Le politiche dell’immigrazione le decide il Governo, non i privati o le Ong, se ne facciano una ragione”

Caso Diciotti. Il Tribunale dei Ministri di Catania ha chiesto  l’autorizzazione a procedere contro il Vicepremier Matteo Salvini

Oggi, il Tribunale dei Ministri di Catania ha chiesto l’autorizzazione a procedere in giudizio contro il Ministro Matteo Salvini, per la vicenda dei migranti a bordo della nave militare Diciotti. Salvini era stato accusato di sequestro aggravato di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale.

L’inchiesta era partita con il pm di Agrigento, Luigi Patronaggio.  Il leader della Lega era stato indagato per sequestro aggravato di persona, sequestro di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale. Il motivo? Non aver fatto scendere subito i migranti a bordo della nave Diciotti, salvati in cattive acque proprio dall’unità navale italiana. Gli ultimi tre reati erano decaduti e restava in piedi il sequestro aggravato di persona. Gli atti erano stati inviati a Palermo dove si sarebbe dovuto definire il giudizio sul caso da parte del Tribunale dei Ministri.

Ma qui ci fu primo un colpo di scena: il pm Patronaggio e la Procura di Agrigento non risultarono competenti per giudicare il caso perché la Diciotti è stata fermata quando l’imbarcazione era ancora in acque di competenza catanese. Così la competenza è passata da Palermo a Catania. L’invio degi atti era accompagnato  da valutazione del Tribunale dei Ministri indirizzata alla Procura di Catania. La valutazione fu favorevole per il Ministro:  “Nei primi giorni di intervento della nave Diciotti al largo di Lampedusa – scrissero i magistrati – per il salvataggio dei 190 migranti che si trovavano a bordo di un barcone proveniente dalla Libia, non sono emersi reati. Fu anzi difeso meritoriamente dalla Guardia costiera l’interesse nazionale“,

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org