Home Cronaca Orrore a Milano: l’amico rivela un particolare inquietante

Orrore a Milano: l’amico rivela un particolare inquietante

CONDIVIDI
(websource/archivio)

“Lui si vantava, mostrava le sue foto a tutti”, questa la testimonianza di un amico di Alessandro Garlaschi, 39 anni, l’uomo ritenuto responsabile dell’uccisione di Jessica Valentina Faoro, 19 anni, la giovane trovata morta all’interno di un appartamento di Via Brioschi a Milano. Le parole dell’amico di Garlaschi a ‘Chi l’ha visto’, in onda in questo momento su Raitre. Inoltre, nel corso della trasmissione, vengono mostrate le immagini dell’uomo con le mani ferite.

Quindi, il collega di Garlaschi spiega che non era la prima volta che l’uomo aveva donne così giovani in casa. Ancora una volta, dunque, un femminicidio. E ancora una volta in molti scelgono di non restare in silenzio: “Ma la famiglia dov’era? È troppo facile dare la colpa alla comunità”, scrive qualcuno. E altri: “Voglio scendere da questo mondo che non mi piace più”.

In base alla ricostruzione, Jessica avrebbe rifiutato le avances di Garlaschi, anche se l’uomo in parte nega questa versione dei fatti e sostiene che c’è stata “una colluttazione mentre lei mi stava per fare un’iniezione per il diabete”. Sembra peraltro che l’uomo avrebbe anche tentato di dare fuoco al corpo della giovane. Forte si è elevato l’urlo della gente, mentre la polizia portava via Garlaschi.

 

GM