Muore a 19 anni, era il primo giorno di lavoro. “Gli avevo chiesto di restare a casa” dice il padre

Fonti ed evidenze: Messaggero, Resto del Carlino

Un diciannovenne con tanto entusiasmo e tanta voglia di lavorare. Purtroppo il primo giorno di lavoro gli è stato fatale.

La tragedia si è consumata a Torre di Mosto, in provincia Venezia. Il 19enne aveva raggiunto il cugino a Jesolo per iniziare a lavorare assieme a lui. Purtroppo non c’è stato nulla da fare.

La vittima è Faier Benedini, figlio di Roberto, famoso giostraio del Veneto. Il giovane, assieme al cugino, il 30enne Endij Benedini, aveva però deciso di intraprendere un’altra professione rispetto a quella di famiglia. Faier aveva raggiunto il cugino a Jesolo per iniziare a lavorare come operaio. I due ragazzi sono rimasti coinvolti in un terribile incidente stradale: il furgone su cui viaggiavano è stato travolto da una betoniera. Faier ha perso la vita mentre il cugino Endij è in condizioni disperate all’ospedale di Mestre. Faier era al suo primo giorno di lavoro con la ditta di Annone Veneto Sbp Impianti, specializzata in termoidraulica. Il 19enne in questi giorni stava anche aiutando il padre Roberto a montare la pista di ghiaccio, una delle giostre destinate a una delle piazze  durante le feste natalizie. Il padre gli aveva detto di non andare più a lavorare a Jesolo, di restare lì con lui ad aiutarlo: “Finiamo la pista, resta a casa, aiutami”. Parole cadute nel vuoto: il 19enne non vedeva l’ora di raggiungere suo cugino a Jesolo.

Solo dieci giorni fa era venuta alla luce la sorellina di Faier. Con la fidanzata Angela era andato a comperarle dei vestitini. Era un ragazzo molto legato alla famiglia: un giovane che voleva solo lavorare per potersi sposare con la sua Angela. Nel sininistro fatale per il 19enne è morto anche un uomo di 44 anni che viaggiava sullo stesso furgone con Faier e suo cugino. Mentre un ragazzino di 12 anni, che stava andando a scuola in bicicletta, è rimasto ferito. Uscito dalla stradina, il conducente di un’autobetoniera del Gruppo Grigolin che arrivava da Staffolo, temendo di investirlo ha sterzato alla sua sinistra invadendo la corsia opposta. Proprio in quel momento stava arrivando il furgone con i tre operai. Il finale è stato tragico. Poco tempo fa un altro giovanissimo ha perso la vita mentre stava lavorando: il 18enne Lorenzo Parelli. Il ragazzo era al suo ultimo giorno di stage.