Un cavallo incustodito attraversa la strada: per Riccardo, 35 anni, è la fine

Fonti ed evidenze: Messaggero, Fanpage

Non c’è stato nulla da fare per il 35enne Riccardo Molinari. L’uomo si è schiantato contro un cavallo. 

Non è la prima volta che un animale è concausa di un incidente stradale in cui qualcuno perde la vita. Solitamente si tratta di cinghiali che, in molte città, girano anche per le strade. Questa volta, invece, un uomo di 35 anni si è schiantato contro un cavallo.

La vittima si chiamava Riccardo Molinari e lavorava come operatore socio sanitario. Il 35enne, in sella alla sua moto si è schiantato contro un cavallo. L’incidente ha avuto luogo in via Scopiccio nel Comune di Sezze, in provincia di Latina. Secondo quanto ricostruito dalle Forze dell’Ordine, Riccardo stava percorrendo la conca di Suso, quando, improvvisamente, ha trovato davanti a sé un cavallo lasciato incustodito, che probabilmente era riuscito ad uscire fuori dal recinto. Il 35enne avrebbe visto l’animale solo all’ultimo e non ha fatto in tempo a frenare. L’impatto contro il cavallo è stato violentissimo e non ha lasciato scampo all’uomo che è morto sul colpo. Arrivata la chiamata d’emergenza, sul posto sono giunti i soccorritori del 118 che hanno provato a rianimarlo ma ogni tentativo è stato vano. La notizia dell’improvvisa scomparsa del giovane ha sconvolto l’intera comunità dove il 35enne era molto conosciuto e benvoluto anche per il suo mestiere. Riccardo Molinari lascia una moglie. Sono in corso le verifiche da parte dell’Autorità Giudiziaria, che dovrà accertare se sussistano eventuali responsabilità a carico del proprietario del cavallo, lasciato incustodito.

Qualche tempo fa due giovani hanno, invece, perso la vita dopo essersi scontrati con due cinghiali sull’autostrada A26. Il primo fine settimana di ottobre è stato tragico. Solo nella Capitale oltre trenta incidenti e diverse vittime.
Tra venerdì e sabato a perdere la vita è stato il 20enne Aldo Abbrugiati, deceduto in uno scontro tra quattro auto all’altezza del chilometro 38 del Grande Raccordo Anulare.  Sabato 2 ottobre, in mattinata ad Aprilia, in provincia di Latina, è stata la volta di Annita Tredicine, settantenne romana che, forse colta da un malore improvviso, ha perso il controllo alla guida e si è schiantata con l’auto contro un albero.