A poche ore dal voto Zelensky dice agli italiani di non votare gli amici di Putin

Fonti ed evidenze: Repubblica, Open

A pochissime ore dalla chiamata alle urne, il portavoce del premier ucraino Volodymyr Zelensky, è intervenuto per invitare gli italiani a non votare certi partiti.

Votare è un dovere oltreché un diritto. Domani gli italiani saranno chiamati ad esprimere il proprio voto. Da sempre vige una regola: nelle ore precedenti alla chiamata alle urne ci si chiude in un rigoroso silenzio stampa. Ciò che si doveva dire lo si è detto prima, ora è tempo per il popolo di meditare. Tuttavia, fino all’ultimo, il portavoce del premier ucraino ha cercato di dare indicazioni.

ANSA/SERGEY DOLZHENKO

Nei giorni scorsi il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha pronunciato queste frasi riguardo il presidente russo Vladimir Putin e la guerra in corso tra Russia e Ucraina: “Putin sarebbe stato spinto dalla popolazione russa e dalle Repubbliche autoproclamate del Donbass a invadere l’Ucraina perché Zelensky ha aumentato gli attacchi contro la Russia” – le parole di Berlusconi durante una puntata della trasmissione Rai Porta a Porta. Dopo si è giustificato sostenendo di aver riportato il pensiero di altri – non meglio specificati- e non il proprio. Le sue dichiarazioni  non sono piaciute a Kiev. La prima replica è arrivata da Seriiy Nykyforov, portavoce del premier ucraino Volodymyr Zelensky: “Vi ricordiamo che il presidente della Russia ha ucciso e imprigionato tutti i suoi avversari politici. Ha mandato un esercito di assassini, stupratori e nel territorio di uno Stato sovrano. E ora minaccia il mondo con le armi nucleari”.

Fin qui nulla di sbagliato: ha ricordato fatti storici. Ma il portavoce del Governo ucraino non si è fermato qui. Per quanto Silvio Berlusconi avesse chiaramente specificato che le frasi pronunciate durante la trasmissione  RAI non gli appartengano, Nykyforov lo ha accusato di simpatizzare per Putin e, a poche ore dalla chiamata alle urne, ha suggerito agli italiani di pensare bene a chi dare il proprio voto : “Quindi, se abbiamo capito bene, Silvio Berlusconi si fida di Putin…Le elezioni sono un momento cruciale per ogni Stato democratico. È essenziale che i cittadini scelgano candidati che abbiano e seguano giusti princìpi morali” – ha concluso il portavoce di Zelensky il cui commento, per quanto storicamente corretto, pare più un’ indicazione di voto. Un invito, insomma,  a non votare Forza Italia e il Centrodestra. Ma Zelensky non sembra immacolato dinanzi all’opinione pubblica italiana anche per dettagli emersi dalla cronaca: qualche settimana fa è emerso che abbia chiesto all’Italia di non far più entrare cittadini russi – nemmeno studenti, lavoratori o semplici turisti – lui stesso avrebbe affittato la sua villa di Forte dei Marmi proprio ad una donna nata nell’ex Unione Sovietica.