Vuole la casa della defunta: attende che tutti i parenti escano, si chiude dentro e cambia la serratura

0
70
Fonti ed evidenze: Mattino, Fanpage

Per impossessarsi della casa della zia il nipote ha pensato bene di barricarsi dentro e cambiare la serratura.  Nemmeno l’arrivo delle Forze dell’Ordine lo ha fatto desistere.

Alcuni vicini di casa hanno assistito alla scena: pensavano fosse uno scherzo. Invece era tutto tragicamente vero.

ANSA/DAVIDE MUSCILLO/archivio

E’ accaduto a Celano, in provincia dell’Aquila, in Abruzzo. Un nipote, di cui non è stata resa nota l’identità, ha pensato di occupare  la casa della zia a pochissimi giorni di distanza dal decesso dell’anziana. Gli altri familiari della defunta erano tutti al funerale e allora, approfittando del fatto di trovarsi solo, l’uomo ha occupato l’abitazione e ha cambiato la serratura. In base a quanto emerso, l’uomo aveva accarezzato l’idea di prendere in eredità la casa della zia 87enne, già prima che l’anziana spirasse. La stessa parente, stando a quanto ha riferito il nipote ai familiari, glielo avrebbe promesso quando era in ancora in vita. Quando i parenti dell’87enne si sono presentati sull’uscio, il nipote della defunta non li ha fatti entrare: “È stata a lei a dirmi che potevo vivere qui, era una sua volontà, mi voleva bene“, avrebbe detto intimando loro di andarsene. I toni allora si sono scaldati ed è scoppiata una discussione particolarmente accesa. Finché non si è reso  necessario l’intervento dei Carabinieri di Celano.

Nonostante l’arrivo delle Forze dell’Ordine, l’aspirante ereditiere non ne ha voluto sapere di aprire la porta. Ora saranno i giudici a stabilire a chi spetterà la casa tanto contesa. Nel caso in cui i togati dovessero dare ragione ai familiari della defunta, l’abitazione verrà divisa in parti uguali fra tutti gli aventi diritto. La voce riguardo all’accaduto ha fatto presto il giro del paese, suscitando scalpore tra i concittadini della famiglia. Alcuni residenti, secondo quanto riferito da fonti locali, avrebbero persino assistito di persona alla scena. Proprio come fossero stati seduti a teatro durante lo messa in scena di una commedia, o di una tragedia. In effetti non è raro che le occupazioni vengano occupate, anzi: le occupazioni abusive sono una piaga del nostro bel paese. Tuttavia, solitamente, non sono i familiari a mettere in atto queste pratiche.