Si schiantano a tutta velocità contro una casa: abbandonano l’auto e vanno in discoteca

0
120
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Prima Mantova

Schianto tremendo contro un’abitazione nella notte a Mantova. Ma i ragazzi a bordo dell’auto avevano un unico pensiero: correre in discoteca.

Terribile sinistro in via Parma a Mantova. Una Honda Civic guidata da un ragazzo di 23 anni, dopo aver tentato un sorpasso azzardato e pericolosissimo, ha invaso la corsia opposta e ha finito la corsa schiantandosi contro una casa.

ANSA/FILIPPO VENEZIA/archivio

A bordo del veicolo un gruppetto di ventenni diretti in discoteca. L’auto è stata completamente distrutta ma i ragazzi, incuranti non solo della macchina distrutta ma pure dei danni procurati all’abitazione, se ne sono andati in discoteca lasciando il veicolo incastrato nel muro. L’auto dei ragazzi ha percorso la corsia opposta per un lungo tratto. Per evitare uno scontro frontale con un’altra macchina il conducente ha sterzato all’improvviso verso destra, perdendo il controllo e urtando il guard rail. Dopo aver fatto un testacoda, ha travolto alcuni cartelli stradali, andando a schiantarsi contro il muro di un’abitazione.

Solo per un caso estremamente fortunato non ci sono stati morti ma sarebbe potuta finire in tragedia. In quel momento non arrivava nessun veicolo dalla direzione opposta e così, a parte i danni all’abitazione e all’auto, non ci sono stati morti. Gli automobilisti che hanno assistito alla scena si sono subito attivati per aiutare i quattro ragazzi a bordo della Honda Civic e hanno allertato i soccorsi. Ma i giovani sono scesi dall’auto come inconsapevoli dell’incidente e, ancora frastornati, sono andati a piedi in una discoteca non lontana, il Chiringuito, lasciando il veicolo, ormai distrutto, sulla strada. La serata, tuttavia, non è andata come speravano perché sono stati rintracciati dagli agenti della Polizia Locale arrivati sul posto. Il guidatore è risultato in possesso di una patente tunisina non convertita e, dunque, non valida in Italia e, per questo dovrà pagare una multa di 800 euro. Inoltre dovrà risarcire i danni ai manufatti stradali e al muretto dell’abitazione contro cui l’auto è andata a schiantarsi. Decisamente meno fortunato il Carabiniere di 41 anni Eugenio Cosco. L’uomo stava tornando a casa dai suoi figli dopo un lungo turno di lavoro quando la sua moto si è schiantata contro un’auto. Per il padre di famiglia non c’è stato nulla da fare.