I poveri non creano lavoro e invece di ringraziare chi glielo dà, rompono, dice Flavio Briatore

0
49
Fonti ed evidenze: Giornale, Mattino

L’imprenditore Flavio Briatore torna ad infiammare la polemica su chi non dispone di certe facoltà economiche. Le sue parole sempre più spiazzanti.

A poche settimane dalla chiamata alle urne, l’imprenditore Flavio Briatore torna a dire la sua su cosa, a suo dire in Italia non funziona. A partire dal Reddito di Cittadinanza e dai troppi aiuti ai meno abbienti.

Flavio Briatore Instagram

In un’intervista a Mediawebchannel, il manager del Billionare e dei Crazypizza ha dichiarato: “Non ho mai visto un povero creare dei posti di lavoro. Chi crea ricchezza sono le aziende, gli investimenti. Ma invece di ringraziarti rompono anche il cazzo: il paese è questo, c’è una rabbia sociale enorme” – le parole di Briatore. L’imprenditore è tornato a ribadire tutta la sua contrarietà verso il Reddito di Cittadinanza, misura a firma grillina che – in caso di vittoria – anche la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni vorrebbe abolire.

In particolare secondo Briatore il Reddito di Cittadinanza andrebbe sospeso nella stagione estiva altrimenti non si trovano camerieri e cuochi per i locali come i suoi. A suo avviso, infatti, i giovani ormai preferiscono percepire il Reddito piuttosto che lavorare, posizione che nei mesi scorsi ha ribadito più e più  volte arrivando ad accusare le nuove generazioni di non avere più ambizioni se non quella di ottenere il sussidio grillino. E a chi accusa gli imprenditori come lui di dare stipendi da fame ai dipendenti,  Briatore risponde che è colpa delle tasse troppo alte. “I salari sono bassi perché  paghiamo tasse sproporzionate,  l’Italia è un paese comunista che vuole vivere di sovvenzioni” – ha puntualizzato. Infine per quanto riguarda le imminenti elezioni politiche ha dichiarato: “Spero vinca qualcuno bravo ma quelli in gamba non fanno politica. Avremo sempre degli scappati di casa, speriamo solo siano meno scappati di casa di quelli di prima“. Il famoso manager, tuttavia, in quanto a intraprendenza e fiuto per gli affari rischia di essere ben presto superato dal figlio Nathan Falco.  Il ragazzino – nato dal matrimonio con la  showgirl Elisabetta Gregoraci – non ama perdere tempo e, infatti, a soli 12 anni  è già Amministratore Delegato di una società che si occupa di beni di lusso.