Giulia e Alessia, il rimorso del padre “Non volevo farle uscire ma alla fine ho ceduto per sfinimento”, dice il padre

0
927
Fonti ed evidenze: Today, Fanpage

A cinque giorni dal decesso, si sono svolti i funerali di Giulia e Alessia Pisanu le due sorelle travolte da un treno alla stazione di Riccione. Il padre ha un grande rimorso.

Sei giorni possono essere tanti oppure un soffio, dipende dai punti di vista ma soprattutto dipende da cosa accade in quel lasso di tempo. Solo sei giorni fa Giulia e Alessia Pisanu erano vive. Oggi, invece, l’ultimo saluto a Castenaso – Bologna – dove le due adolescenti vivevano con il papà.

E proprio il papà, il signor Vittorio Pisanu, ha un grosso rimorso sulla coscienza: lui non voleva che le figlie – una di 17 e una di 15 – andassero in discoteca a Riccione. ma le due adolescenti – come è tipico di quell’età – hanno insistito finché il genitore ha ceduto. Inoltre l’uomo avrebbe dovuto accompagnare le figlie fino a Riccione ma, a causa della troppa stanchezza, le ha lasciate andare in treno: “Avrei dovuto portarle io in riviera in auto ma non stavo bene, non me la sono sentita di guidare. Le mie figlie ci tenevano ad andare in discoteca e così ho detto, ma sì per questa volta potete prendere il treno da sole” – le parole del papà delle ragazze. Anche al ritorno, la mattina seguente, sarebbe dovuto andare a prenderle ma Alessia lo aveva chiamato per avvisarlo che erano già in stazione e sarebbero tornate con il primo treno. Invece il treno non lo hanno preso ma ne sono rimaste travolte.

Ai funerali di Giulia e Alessia era presente un po’ tutta la comunità di Madonna di Castenaso Il sindaco Carlo Gubellini ha proclamato addirittura  una giornata di lutto cittadino. Per l’ultimo saluto la famiglia ha scelto una cerimonia in forma pubblica. Il funerale si è svolto  venerdì 5 agosto 2022  nella chiesa della Madonna del Buon Consiglio. Dalle 8:00, nella grande chiesa parrocchiale, è stata  aperta la camera ardente. Giulia e Alessia riposano in due bare bianche, sopra una cascata di fiori. Un registro all’ingresso della chiesa raccoglie messaggi per le due sorelline volate vie troppo in fretta. La prima dedica del librone recita un commosso: “Buon viaggio Angeli, da lassù prendetevi cura di mamma, papà e tutti. Sarà dura senza di voi”. Assieme ai concittadini presente anche l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Carlo Gubellini, i rappresentanti della Prefettura di Bologna, della Questura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e della Città Metropolitana. Ha partecipato anche la Questura di Rimini e la Sindaca di Riccione. Al termine della messa, palloncini bianchi per Giulia e Alessia e il loro ultimo viaggio, direzione cimitero comunale.