Catania, vedono una cesta con sopra una coperta: trovano un neonato con il cordone ombelicale attaccato

Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Fanpage

Una scoperta da non credere a Catania. I militari hanno rinvenuto un neonato abbandonato dentro una cesta. Il piccolo aveva ancora il cordone ombelicale attaccato.

In una cesta collocata dietro un muretto, con sopra una coperta, i Carabinieri di Catania hanno trovato un neonato. Il piccolo doveva essere nato da poche ore in quanto aveva ancora il cordone ombelicale attaccato al corpicino.

Ansa/Carabinieri Catania

 

Sono stati proprio i militari a rendere nota la storia del piccolo. Tutto è partito dalla segnalazione di una passante alla Centrale Operativa del Comando Provinciale tramite 112 Numero Unico di Emergenza. Si tratta di un bel maschietto di 3,700 kg. Era avvolto in una coperta e stava piangendo quando i militari lo hanno trovato. Il piccolo è stato  affidato alle cure dei sanitari del 118 che lo hanno trasferito immediatamente con ambulanza all’ospedale Garibaldi Nesima di Catania. I medici, all’esito della prima visita, hanno confermato l’ottimo stato di salute del bambino prima di ricoverarlo presso il reparto di Neonatologia dove rimarrà in osservazione. Lo hanno chiamato Germano.

I medici del pronto soccorso hanno  denunciato l’episodio ed allertato la Procura della Repubblica. Le prossime ore saranno di certo fondamentali per analizzare anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza poste in zona. Al momento si sta indagando per risalire all’identità dell’autore – o degli autori – del gesto nonché per capire le ragioni che hanno spinto all’abbandono del piccolo. I medici, comunque, sperano che i genitori ci ripensino e si rechino in ospedale per riprendere il figlio. Purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi del genere. Sempre in Sicilia, a Ragusa, nel novembre 2020 fu ritrovato un neonato gettato nella spazzatura con cordone ombelicale attaccato. Fu salvato da un passante e ha poi trovato famiglia. Sempre nel 2020 un altro neonato, avvolto in una coperta di lana,  fu trovato a Verona. L’episodio più scioccante, tuttavia, si verificò nel 2021 a Roma: una donna abbandonò il figlio chiudendolo in un sacchetto di plastica. Dopo essere stata arrestata e condannata, in carcere rimase nuovamente incinta.