Milano, con il Covid perde il lavoro e si rinchiude in casa. Lo trovano morto insieme alla madre

Fonti ed evidenze: Fanpage, Giorno

Duplice tragedia a Milano: trovati morti un uomo assieme alla madre di 90 anni. A scoprire i due cadaveri il figlio dell’anziana.

Trovati due corpi senza vita in un appartamento di via delle Ande, a Milano. Uno era Marco de Marchi – un ingegnere di 56 anni – l’altra l’anziana madre di 90 anni, Miranda Pomini. I cadaveri sono stati trovati dal fratello di Marco nonché figlio di Miranda che ha subito chiamato i Carabinieri.

ANSA/ PAOLO GERACE/ ARCHIVIO

L’ipotesi più probabile, per il momento, sembra essere quella dell’omicidio-suicidio. Dalle prime ricostruzioni parrebbe che l’uomo abbia ucciso la madre  tappandole naso e bocca con del nastro adesivo per poi togliersi la vita impiccandosi. Quando sono arrivati sul posto, i Carabinieri del nucleo investigativo e i soccorritori del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di madre e figlio. Risulta inspiegabile come Marco De Marchi possa aver compiuto tale gesto, il movente non è chiaro. Secondo le prime informazioni emerse sulla vicenda, tra madre e figlio non c’erano problemi, e la donna, nonostante l’età avanzata, non aveva particolari problemi di salute: Miranda Pomini era completamente autosufficiente e viveva da sola al terzo piano della palazzina in via delle Ande, dove si è consumata la tragedia. Il figlio Marco viveva invece al quarto piano, insieme al fratello. I due andavano a trovare spesso la madre, aiutandola per le commissioni quotidiane, come pulire la casa e fare la spesa. Sembra, tuttavia, che Marco soffrisse di depressione. A causa della pandemia di Covid, da tempo l’uomo – un ingegnere gestionale – non lavorava e questo lo aveva portato a rinchiudersi in casa. Inoltre la perdita del padre nel 2018 aveva peggiorato il suo stato depressivo. Al momento sono in corso accertamenti per capire se il 56enne si fosse già reso responsabile in passato di comportamenti violenti nei confronti della madre o di altri.