Il Governo non lascia scampo a chi non vuole vaccinarsi: Green Pass obbligatorio anche per chi lavora da casa

Fonti ed evidenze: Ministero della salute, AdnKronos, Sole24Ore

Nemmeno chi lavora da casa e magari vive solo sarà esente dall’obbligo di Super Green Pass. Il Governo non lascia scampo a chi non vuole vaccinarsi.

Getty Images/Lukas Schulze

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali di Covid sono saliti di 59.749 unità. Da ieri 278 morti e 129.888 guariti. I casi attualmente positivi sono 70.297 in meno rispetto a ieri. I ricoveri scendono di 475 unità e in terapia intensiva -46 assistiti da ieri.

Super Green Pass anche in smart working

Dal 15 febbraio sono partiti i controlli sui luoghi di lavoro: tutti coloro, dai 50 anni in avanti, che verranno trovati sprovvisti di Super Green Pass saranno sanzionati con una multa che andrà da un minimo di 600 ad un massimo di 1500 euro oltre alla sanzione di 100 euro prevista per tutti, lavoratori e non. La cifra raddoppierà qualora il lavoratore verrà sorpreso una seconda volta senza la certificazione verde. E, infine, se la condotta verrà protratta, allora verrà sospeso e resterà senza stipendio. Per ottenere il Super Green Pass ci sono solo due strade: essere guariti dal Covid da non oltre sei mesi oppure vaccinarsi. L’esito negativo di un tampone – molecolare o rapido – non è più sufficiente per tutti coloro che hanno già spento 50 candeline. Verrà sanzionato anche il datore di lavoro, ritenuto reo di non aver controllato. La multa, in questo caso andrà dai 400 fino ai 1000 euro.

Non hanno scampo neppure i lavoratori in smart working: è pur vero che nessun controllo potrà essere effettuato nelle abitazioni private ma è altrettanto vero che, qualora un lavoratore over 50 che lavora da casa, venisse chiamato – per una riunione o per svolgere una mansione – in azienda, dovrà essere munito di Super Green Pass alla stregua dei colleghi che lavorano negli uffici. Nemmeno in questo caso basterà sottoporsi al tampone. Niente obbligo solo in caso di comprovate controindicazioni cliniche per il vaccino, documentate e attestate dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore. L’obbligo vaccinale per le persone dai 50 anni in sù dovrebbe terminare il 15 giugno ma diverse voci – mediche e politiche – hanno già lasciato intuire che, molto probabilmente, il Green Pass ci accompagnerà ancora a lungo. L’Esecutivo ha, invece, deciso di fare cadere l’obbligo di Super Green Pass in caso di viaggi da e per la Sardegna.