Asciugamani ed accappatoi: Ecco ogni quanto vanno cambiati

0
149

Informazioni importanti per una corretta igiene personale: ecco quanto spesso vanno cambiati accappatoi e asciugamani.

Asciugamani e accappatoi - Ecco ogni quanto vanno cambiati
Asciugamani e accappatoi – Ecco ogni quanto vanno cambiati

E’ sempre importante avere cura della propria igiene personale, soprattutto in epoca di pandemia, momento storico che purtroppo fa ancora parte del nostro presente. Gli asciugamani e gli accappatoi, essendo usati frequentemente, possono essere luogo di proliferazione di batteri e virus. Di conseguenza, è necessario sapere non solo come lavare le mani, ma anche come tener sempre perfettamente igienizzati gli strumenti della cura personale. Questo discorso riguarda soprattutto gli asciugamani, i quali arrivano ad essere utilizzati anche 4/5 volte al giorno, pensate quindi quanti batteri possono annidarsi tra le molecole del tessuto? Se poi ci asciughiamo anche la faccia con lo stesso asciugamano, quegli stessi batteri arrivano direttamente in bocca e cominciano così a circolare nel nostro organismo. Quindi ogni quando vanno cambiati accappatoi ed asciugamani? Scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE —> Bucato: ecco perché va steso fuori anche d’inverno

Asciugamani ed accappatoi – Devono essere puliti frequentemente

Il manuale della corretta igiene personale
Il manuale della corretta igiene personale

LEGGI ANCHE —> Un malore la porta via per sempre a soli 13 anni, le cause sono ancora un mistero

Secondo l’esperto di prevenzione degli ambienti – Matteo Fadenti – gli asciugamani andrebbero cambiati ogni 3/4 giorni, mentre l’accappatoio va igienizzato una volta a settimana. Entrambi i capi inoltre, vanno puliti ad almeno 60 gradi con disinfettanti in grado di pulirne a fondo il tessuto. Questo discorso vale soprattutto per gli asciugamani, i quali sono i principali ‘promotori’ della proliferazione dei batteri nei vostri bagni.

Sempre l’esperto inoltre consiglia di mantenere la divisione di asciugamani per persona, per evitare di raddoppiare, o addirittura triplicare, la possibilità di formazione di virus e agenti dannosi per il nostro corpo e per la nostra salute: “Più un asciugamano è condiviso, più aumenta il rischio di trasmissione di microrganismi di varia natura” – ha spiegato Fadenti – “Quando certi batteri permangono sui tessuti […] danno vita ad una replicazione microbica piuttosto rapida che può provocare fastidi ed irritazioni”. Insomma, lavarsi le mani è una pratica assolutamente necessaria per prevenire le malattie, ma risulta altrettanto necessario mantenere sempre asciugamani ed accappatoio perfettamente igienizzati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui