Vediamo insieme come scegliere il miglior avocato disponibile e soprattutto come conservarlo nel migliore dei modi.

Avocado: come scegliere il migliore e come conservarlo
Avocado: ecco come conservarlo e come sceglierlo

Iniziamo con il dire che non sempre l’avocado è facile sceglierlo già maturo e per l’utilizzo immediato.

Ma con questi facili trucchetti molto semplice, ci stupiremo di noi stessi quando lo prenderemo, e troveremo il modo migliore per conservalo.

LEGGI ANCHE —> Zucca: Ecco come trasformare la buccia in chips golosissime

Come sappiamo, l’avocado è un frutto che ci porta tanti benefici, oltre ad essere veramente buono.

Avocado tutti i trucchi per sceglierlo e conservarlo

Ha tanti acidi grassi, e sali minerali, per chi fa molto sport oppure è particolarmente attivo è un’ottimo alleato.

Ma spesso, se siamo soli a mangiarlo è difficile finirlo e poi si rovina, ma come possiamo fare per conservarlo nel migliore dei modi senza che diventi nero? Scopriamolo insieme.

Se facciamo tutto nel migliore dei modi, possiamo mantenerlo in casa anche 5 giorni, ma nel frigorifero.

Ovviamente più è maturo e meno tempo possiamo conservarlo, ma come possiamo capire a che punto di maturazione si trova?

LEGGI ANCHE —> Test, trova l’intruso: solo i più intelligenti trovano il pinguino tra i tucani

Basta premere leggermente con un dito sulla sua buccia, se è morbido vuol dire che è maturo, se invece è duro, significa che è acerbo.

Nel caso in cuoi, mettiamo le dita e resta la forma, vuol dire che è molto maturo e che va mangiato praticamente subito.

Ma come facciamo se mangiamo solamente metà del frutto? Possiamo avvolgerlo con un po’ di pellicola e metterlo ovviamente in frigorifero, dove si manterrà perfetto per alcuni giorni.

Se vediamo che si forma un piccolo strato marrone, non c’è problema, possiamo tagliarlo e la parte sotto sarà perfetta, questo avviene solamente perchè la parte superiore si ossida leggermente con l’aria.

Volendo possiamo mette qualche goccia di limone per evitare questo processo e non butteremo via nulla.

Ma se apriamo l’avocado ed è troppo acerbo come facciamo? niente paura, possiamo cospargere il nostro amato frutto con un’insieme di olio e limone e metterlo nella pellicola fino a quando non raggiunge il grado di maturazione che vogliamo, ovviamente conservandolo in frigorifero.

Avocado: come scegliere il migliore e come conservarlo
Avocado, cosa fare se è troppo maturo o acerbo!

Possiamo, volendo, anche congelarlo per circa 5/6 mesi, ma prima va sbucciato e fatti in pezzetti, oppure frulliamo la sua polpa con un po’ di limone, ricordiamoci però di tirare fuori un paio di ore prima dal congelatore l’avocado prima del suo utilizzo.

Fino a pochi anni fa si coltivava l’avocado solamente all’estero, per via del clima particolare, mentre adesso anche in Sicilia si inizia a coltivare, quindi quando lo compriamo, guardiamo anche la sua provenienza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui