Se sei goloso di mandarini ricorda di non buttare le bucce, faresti un errore enorme. Ecco come possono essere riutilizzate

Bucce di mandarino (Pixabay)
Foto di Ulrike Leone da Pixabay

L’autunno è la stagione dei mandarini. Questo delizioso frutto è ricco di succo e vitamine ed è tra i più amati dai bambini. Concludere un pranzo con un dolce mandarino è un piacere a cui spesso è molto difficile rinunciare: un mandarino ne chiama un altro.

Un errore che si fa dopo aver mangiato i mandarini è quello di raccogliere le bucce in un piatto e, successivamente, buttare tutto nella busta dell’umido. In questo articolo ti spieghiamo perché non devi buttare le bucce, faresti un errore enorme.

Non buttare le bucce dei mandarini: ecco come possono essere riutilizzate

I mandarini sono frutti gustosi e multivitaminici. Questi agrumi sono sempre presenti sulle tavole italiane in autunno in quanto alimenti molto comodi da mangiare e assolutamente deliziosi. Sapevi, però, che di questo frutto non si butta via niente? Se hai delle bucce di mandarino non buttarle, ecco come potresti utilizzarle.

LEGGI ANCHE –> TEST: DOVE SI NASCONDE IL LEOPARDO? IN POCHISSIMI CI RIESCONO

Scorze di mandarino candite

Tra i dolci di Natale sempre presenti nei banchetti dei mercatini vi sono le favolose bucce d’arancia candite. In realtà possono essere utilizzate anche le bucce di mandarino, attraverso lo stesso procedimento. Ricorda di usare solo mandarini non trattati con materiali chimici;

Candele

Le bucce di mandarino sono ottime per creare delle candele. I mandarini, infatti, così come le loro bucce, sono incredibilmente profumate e quindi adatte anche ad un utilizzo aromatizzante per la propria abitazione. Scegliete sempre i mandarini più grossi per le vostre candele;

Olio aromatizzato

olio di mandarino (Burst)

Foto di
Shopify Partners di Burst

Un ulteriore utilizzo delle bucce di mandarino può essere la realizzazione di un olio aromatizzato, appunto, al mandarino. Vi basterà prendere alcune scorze di 5 mandarini per realizzare 500ml di olio. Inserite l’olio e le scorze in una bottiglia di vetro e lasciatelo riposare in un luogo buio per 10 giorni, successivamente filtratelo e travasatelo in un’altra bottiglia;

Sale al mandarino

Con le bucce di mandarino potrete anche realizzare del sale. Prendete mezza buccia di mandarino e grattugiatela, successivamente mischiatelo con 12 cucchiaini di sale e versate il tutto su una teglia con carta forno. Fatelo essiccare a 50° per 12/15 minuti. Inseritelo in un barattolo aperto e lasciatelo raffreddare;

Infuso

The al mandarino (Unsplash)
Photo by David Brooke Martin on Unsplash

Le bucce di mandarino sono ottime per realizzare deliziosi infusi. Serviranno solo due cucchiai di scorze di mandarino, versatele in un pentolino con acqua e fate bollire per alcuni minuti. Spegnete, fate riposare e filtrate ciò che avete ottenuto, gustandovi la tisana.

Pout-pourri

Se volete idee per decorare e profumare la vostra casa potete valutare l’utilizzo delle bucce di mandarino. Queste, infatti, sono ottime per abbellire la vostra abitazione, abbinandole magari a fiori, spezie e scorze d’arancia;

LEGGI ANCHE –> TEST DELLA PERSONALITÀ: SEI TROPPO DURO CON TÈ STESSO? SCOPRILO IN DUE MINUTI

Marmellate e confetture

Con le scorze di mandarini potrete fare buonissime confetture e marmellate. Se amate fare conserve di frutta fai da te, sul web potrete trovare centinaia di ricette sfiziose e facilissime che prevedono anche l’utilizzo delle scorze di mandarino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui